Incendi: nuovo incontro VVF con Prefetto, in arrivo nuovi mezzi ma per la prossima stagione

LECCE – Continua a bruciare la campagna salentina, con i suoi ulivi e non solo. E, come anticipato nell’incontro del 21 giugno, il Prefetto di Lecce Maria Rosaria Trio è tornata a ricevere il CONAPO, sindacato dei vigili del fuoco, insieme al Comandante Antonio Panaro e agli altri sindacati.

Alla riunione non ha potuto partecipare il Segretario provinciale CONAPO Giancarlo Capoccia, vittima di un incidente sabato mattina durante un intervento. Lo stesso, a seguito di una deflagrazione dovuta al rilascio di GPL, ha subito ustioni di secondo grado al braccio destro. In questo ambito, i rappresentanti CONAPO, Gianni Cacciatore e Massimiliano Parlangeli, hanno evidenziato come negli ultimi mesi numerosi siano i Vigili del Fuoco di Lecce rimasti feriti durante le operazioni di soccorso. Un numero preoccupante dovuto anche all’impressionante mole di lavoro e allo stress psicofisico al quale sono, ormai da mesi, sottoposti.

Chiedono nell’immediatezza il potenziamento dell’organico operativo, da reclutare dai Comandi del Nord, con almeno 10 operatori per Sezione (40 complessivi) che andrebbero a garantire anche l’ampliamento dell’organico della Sala Operativa 115, aumentando le postazioni di ricezione delle chiamate da due a quattro e il numero degli operatori addetti dagli attuali tre (compreso il responsabile) ad almeno cinque. L’assegnazione temporanea dei mezzi provenienti da altre regioni deve trasformarsi in un’assegnazione di almeno quattro Pick-Up AIB e un APS (Auto Pompa Serbatoio) nuovi da predisporre nella prossima stagione estiva. Un’altra richiesta avanzata è stata la creazione di una task force con la quale intervenire sia in maniera preventiva che repressiva al fine di far rispettare le norme dell’Antincendio Boschivo partendo proprio dagli enti, quali i comuni, che non le rispettano.

“Per quanto ci riguarda -dicono dal CONAPO-  comprendiamo che si tratta di un problema di tipo culturale ma è necessario agire nell’immediatezza perché l’emergenza c’è e va affrontata. La nostra proposta è avviare un tavolo tecnico che veda introno ad esso tutti gli enti e le amministrazioni coinvolte nella campagna AIB dalla Regione, all’ARIF, alla Prefettura, ai VVF ai volontari e iniziare a discutere di come riorganizzare e rimodulare il sistema di risposta della campagna AIB e stabilire strategie operative nuove.

L’incontro si è concluso con la comunicazione pervenuta tramite Prefettura data dal Comandante Regionale VVF Puglia dell’acquisto, come da noi più volte richiesto, di nove pick up AIB dei quali due saranno destinati al comando di Lecce. A questi si aggiungerà una nuova APS di piccole dimensioni. Ovviamente sono tutti intervento che non hanno alcun effetto sulla risoluzione dell’attuale campagna AIB e sono destinati a produrre effetti nella prossima stagione”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*