Al Vito Fazzi cucina chiusa da tre anni, Mazzotta: “Serve soluzione immediata”

randstad 2

LECCE- “Doveva risolversi nel giro di dodici mesi, ma dopo tre anni ancora è inattiva la cucina per la preparazione dei pasti nell’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Per questo- dice il consigliere regionale di Forza Italia, Paride Mazzotta- ho depositato un’interrogazione ed una richiesta di audizione in Commissione Sanità. L’ho fatto per conoscere i motivi della mancata attivazione del servizio anche e soprattutto in un’ottica di collaborazione istituzionale: se ci sono dei problemi che impediscono alla Asl Lecce di procedere, la Regione deve supportarla affinché si possa superare gli ostacoli e garantire un servizio efficiente e di qualità ai pazienti. Perché oggi, infatti, i pasti provengono dalle cucine dell’ospedale di Gallipoli che dista circa 40 chilometri. Tutto ciò determina, innanzitutto, un disagio per i pazienti ospitati dalla struttura, ma anche dei possibili riverberi sul fronte occupazionale per i dipendenti della società che curava la preparazione del cibo: vista la perdurante inattività e l’incertezza delle prospettive, stanno vivendo un momento di preoccupazione per un’eventuale riduzione dell’organico. Vogliamo, perciò, avere contezza delle criticità che impediscono la riapertura delle cucine e vogliamo supportare la Asl per risolvere celermente la questione: la Commissione sarà senza dubbio il luogo istituzionale più adatto per interloquire con la Giunta regionale e con l’azienda sanitaria”.

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*