Equilibrio, dinamismo e concretezza: con Marco Baroni si può

Marco Baroni, allenatore del Lecce
Ottica Salomi

LECCE – Mancano ormai pochissimi giorni al ritrovo in sede per il Lecce, l’8 luglio, per le visite mediche di rito e per dare il via al mini-ritiro, prima di partire per Folgaria, in Trentino. Il neo-allenatore Marco Baroni, il giorno della sua presentazione, si è detto molto soddisfatto di essersi legato al club giallorosso, di cui da calciatore aveva anche indossato la maglia, e ha delineato a grosse linee la sua idea di calcio. L’ex Reggina, 57 anni, vuole una squadra dinamica, un gruppo che lavora con sacrificio e dei giocatori che applicano un calcio aggressivo, moderno, e che si adattano anche a ruoli diversi da quelli “standard”. Il modulo è relativo, ma sicuramente si giocherà con una sola punta, sulla ricerca degli esterni sia alti che bassi e sui tre centrocampisti.

I “COMPITI” – Un Lecce, quindi, che deve fare divertire i propri tifosi e gli addetti ai lavori, ma con equilibrio, facendo massima attenzione alla fase difensiva per non ripetere gli errori commessi negli ultimi campionati . “All’attacco ci penso io, alla difesa ci deve pensare il mio allenatore”: così il direttore Pantaleo Corvino, con una battuta delle sue, nei confronti di Baroni.

Gabriel e Meccariello

LA DIFESA, ANZI –  Massima attenzione dietro, dinamismo in mediana e concretezza in avanti: saranno questi i principi di base della formazione salentina che andrà ad affrontare il tosto campionato 2021-22 Un’altra piccola novità, poi, rispetto agli ultimi anni potrebbero essere gli allenamenti a porte aperte per gran parte della settimana di avvicinamento alla partita, escludendo ovviamente la vigilia del match e qualche altra seduta tattica.

I NUOVI – Nel frattempo, sono arrivati tre rinforzi,  e non di poco conto, che hanno già sposato la causa Lecce: Tuia per la difesa, Olivieri per l’attacco e Blin per la mediana, tutti giocatori, questi, che sulla carta possono, e devono, fare la differenza in una squadra come quella giallorossa che anche per la prossima stagione mira in alto, alla promozione in serie A. In silenzio e senza grossi proclami.

C. Tommasi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*