Baroni pesca Tuia: come cambia il cuore della difesa del Lecce

LECCE (G. Serafino) – E’ la difesa il reparto su cui sono concentrate le maggiori attenzione del Lecce e Alessandro Tuia è il primo tassello del nuovo corso giallorosso. L’arrivo in Salento di mister Marco Baroni ha certamente favorito la trattativa con il l’esperto centrale classe 1990, andato in scadenza con i giallorossi campani e ora pronto ad un nuovo corso in un’altra piazza prestigiosa del sud d’Italia.

Il reparto arretrato, vero tallone d’Achille delle ultime annate, si arricchisce così del 31enne di Civita Castellana. Tuia, reduce dalla retrocessione con il Benevento, nell’ultima Serie A ha collezionato 27 presenze ed un gol. Cresciuto nel settore giovanile della Lazio, è poi passato alla Salernitana, fino ad approdare a Benevento, nella stagione 2018/19.

La società di Vigorito lo ingaggia dopo il sofferto addio di capitan Fabio Lucioni che aveva deciso di sposare il progetto leccese di Saverio Sticchi Damiani. Ora Tuia, da successore a Benevento, si troverà Lucioni vicino di spogliatoio e, verosimilmente, i due comporranno la coppia di centrali di difesa agli ordini di Baroni, altro ex Benevento.

L’ingaggio di Tuia, infatti, va a dare maggiore peso specifico ad un reparto ballerino che nel corso della prossima stagione dovrà per forza di cose trovare la giusta quadra.

Tuia-Lucioni, così, si candida ad essere la coppia titolare, senza dimenticare il resto della rosa. Una rosa che però va valutata attentamente.

Sotto contratto con il club di via Costadura ci sono anche Biagio Meccariello e Fabio Pisacane. I due hanno nel corso dell’ultimo campionato hanno alternato le loro fortune, ma entrambi non sono al momento in discussione. Kastriot Dermaku, invece, farà ritorno a Parma per fine prestito e molto probabilmente tornerà utile alla causa ducale che punta al pronto ritorno in massima serie.

Rintrerà in sede, dal canto suo, Davide Riccardi. Il giovane scuola Verona, dopo la promozione in B giallorosso del 2018, nelle ultime stagioni si è fatto le ossa in prestito tra Venezia e Catanzaro. Tra le fila dei calabresi, in particolare, ha trovato una certa continuità che lo ha fatto senz’altro crescere e maturare e quasi certamente partirà in ritiro con il neo tecnico Baroni. Spetterà a quest’ultimo valutarlo e, chissà, concedere finalmente lui una chance cadetta con la casacca giallorossa.

Per il resto, al momento non si segnalano voci di mercato per la retroguardia. Resta da capire quale sarà il futuro di Gabriel. Il portiere brasiliano ha ancora un altro anno di contratto con il Lecce, ma le sue prestazioni hanno attirato le attenzioni di molti, anche in Serie A. Ad oggi nessuna pista concreta, con la consapevolezza che Corvino non lo lascerà partire a cuor leggero.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*