Scontro tra treni sul binario Lecce-Zollino, assolti due dirigenti delle Sud Est

LECCE-Sono stati assolti dall’accusa di disastro ferroviario colposo due dirigenti delle Ferrovie Sud Est finiti sotto processo per l’incidente avvenuto sul binario unico Lecce-Zollino il 13 giugno 2017. Si tratta di Lucio Curci, 57 anni di Foggia, all’epoca dei fatti Business Unit Trasporto Ferroviario e l’ingegnere Luigi Albanese, 66 anni, originario di Lecce ma residente a Triggiano provincia di Bari, Direttore del Trasporto Ferroviario Ferrovie, ora in pensione. La sentenza di assoluzione “per non aver commesso il fatto” è stata emessa dai giudici della seconda sezione penale presieduta da Pietro Baffa.

L’accusa che muoveva la Procura nei loro confronti era quella di non aver formato adeguatamente il personale all’utilizzo del sistema frenante e alle manovre di emergenza in caso di malfunzionamento dello stesso sistema. Ma anche il pm al termine del processo ha chiesto l’assoluzione. Sono difesi dagli avvocati Michele Laforgia ed Andrea Comite. Lo scontro frontale tra i due treni delle Sud-Est era avvenuto il binario unico tra Galugnano e San Donato. Una tragedia sfiorata, con nessuna vittima per fortuna ma con 20 persone rimaste ferite. Il treno che proveniva da Lecce e diretto a Gagliano del Capo era fermo al semaforo rosso. L’altro invece arrivava dalla direzione opposta ed era diretto a Lecce. Secondo l’inchiesta l’incidente era stato causato da un errore umano. Il macchinista era stato condannato.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*