Riecco Baroni: un Lecce più solido e giovane

Marco Baroni, foto profilo ufficiale Instagram
Ottica Salomi

LECCE (di Carmen Tommasi)- “Una terra che ho vissuto, una maglia che ho indossato, ci sono colori che resistono indissolubili nel tempo. Le sfide e le storie belle si scrivono sempre INSIEME”: queste le prime parole sul suo profilo instagram di Marco Baroni, il neo allenatore del Lecce. Con il club di Via Colonnello ha firmato un anno di contratto più opzione per il secondo: con questo messaggio ricco di ricordi, ma anche di buoni propositi per il futuro, l’ex Reggina si presenta al Salento o meglio ci ritorna dopo circa 34 anni. Nella sua esperienza da calciatore con la maglia giallorossa ne aveva 24 e aveva anche tanti sogni da realizzare. Adesso è un uomo e ritorna a Lecce da allenatore, dopo tanta gavetta in giro per l’Italia, con un preciso obiettivo, il salto di categoria, ma senza saltare le tappe del progetto tecnico voluto da Pantaleo Corvino, in accordo con la società: crescita continua e grande valore al settore giovanile.

M. Hjulmand, 21 anni, centrocampista della Nazionale Under 21 della Danimarca (foto P. Pinto)

IL MISTER – Deve cercare, infatti, di valorizzare sin da subito i giovani presenti in rosa, vedi Gallo, Hjulmand e Bjorkengren. Ma non solo, perchè si potrebbe puntare anche su Felici, che sta facendo così bene nella Primavera, così come il talentuoso Maselli e il vulcanico Vulturar. Bisognerà prima capire, però, quale sarà il modulo di base con cui dare il via al campionato di serie B e questo permetterà al direttore Pantaleo Corvino di puntellare la rosa con gli elementi utili alla causa. Il 4-2-3-1 è il modulo preferito da Baroni, ma si potrebbe partire dal 4-3-3. Tutto è in divenire.

LA DIFESA – Ciò che chiedono i tifosi al neo-tecnico, che poi è anche il desiderio della società, è una forte solidità difensiva e un gioco più attento dietro: reparto difensivo che perderà sicuramente un portiere, andrà via uno tra  Bleve, Gabriel e Vigorito, con quest’ultimo che potrebbe trovare sistemazione altrove. Il centrale difensivo, Kastriot Dermaku, dovrebbe ritornare alla base, al Parma, e poi è da capire se ci potrebbe essere un ritorno in giallorosso: si tratta di un difensore che in serie B, accanto a Fabio Lucioni, potrebbe fare la differenza. In cabina di regia sembra essere finita l’avventura in giallorosso del greco Tachtsidis, in scadenza di contratto. Stessa situazione vale per Pettinari che, però, potrebbe avere qualche possibilità in più di rimanere. Per capire il nuovo progetto “tattico” del nuovo allenatore si dovrà aspettare l’attesa conferenza stampa di presentazione che dovrebbe essere in programma per l’inizio della prossima settimana.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*