Maltrattamenti su moglie e figli minori: 50enne condannato a due anni

LECCE- Due anni di reclusione per un 50enne leccese accusato di maltrattamenti nei confronti della moglie e dei due figli minori. E’ la condanna inflitta all’uomo dal giudice Michele Toriello al termine del processo con rito abbreviato.

L’imputato è accusato di aver maltrattato abitualmente la donna e i ragazzini che in diverse occasioni erano stati picchiati, umiliati e minaccitati  di morte. Tutto questo era avvenuto sia durante la convivenza sia dopo che le vittime avevano decidevano di lasciare la casa familiare. Il 50enne, spesso ubriaco, aggrediva i tre con pugni e schiaffi sulle braccia e sulle gambe senza alcun motivo.  “Toglietela davanti, altrimenti prendo il fucile e la sparo” una delle frasi pronunciate nei confronti della figlia. In un’occasione aveva trascinato con la forza il figlio procurandogli un trauma al dito.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*