Playoff di serie B: in semifinale per il Lecce c’è il Venezia, per il Monza il Cittadella

Ottica Salomi

LECCE – Lecce-Venezia e Monza-Cittadella sono le due semifinali playoff di serie B. La formazione di Eugenio Corini affronterà i lagunari di Paolo Zanetti: una squadra molto ostica, quadrata e che ha sempre dato del “tu” al pallone. All’andata al “Via del Mare”, lo scorso dicembre, è finita 2-2, mentre nel girone di ritorno i salentini hanno battuto i veneti tra le loro mura amiche per 2-3.

TUTTO IN 90′, AVANTI IL “CITTA” – Dopo le due promozioni dirette in serie A per Empoli e Salernitana, è iniziato un mini campionato per 6 squadre. Si sono disputate, giovedì, in gara secca i due incontri validi per il turno preliminare dei playoff. Al “Piercesare Tombolato” il Cittadella di Roberto Venturato batte di misura, 1-0, il Brescia di Pep Clotet. Il match si decide a fine primo tempo: al 40′ Proia raccoglie il cross dalla sinistra di Rosafio, subentrato a Beretta, e di testa supera Joronen. Del tutto inutile il forcing nel secondo tempo da parte degli ospti: continua il sogno per il “Citta”, mentre le rondinelle dicono definitivamente addio alla possibilità di tornare in serie A.

DOPO 120′ PASSANO I LAGUNARI – Al “Pier Luigi Penzo” un Venezia mai domo e sempre in partita manda a casa, dopo i due tempi supplementari e con un 3-2 ottenuto in rimonta, un Chievo Verona che, comunque, ci ha creduto fino alla fine. Due volte in vantaggio gli ospiti, sono stati riacciuffati dalla squadra di Zanetti che partiva con i favori del pronostico e che è poi riuscita a piazzare all’ultimo respiro il sorpasso. Passano pochi minuti e gli ospiti si portano in vantaggio, grazie al penalty siglato da Garritano. Siamo solo al 10′. Nella ripresa la partita è ancora più viva e pimpante: al 60′ arriva il pareggio degli arancioneroverdi su autogol di Bertagnoli. Sull’1-1 si chiudono i primi 90′. Nei supplementari altro rigore per gli ospiti trasformato da Mogos al 105′. Sembra finita, ma è solo una banale apparenza. Il Venezia non molla la presa e al 107′, nel secondo tempo supplementare, pareggia con Maleh: 2-2. Poco dopo, al 116′, ecco il capolavoro di Johnsen che porta i suoi sul 3-2. Non è finita perchè al 119′ Margiotta sfiora il clamoroso 3-3: ci pensa Maenpaa con una super parata a dirgli di “no”

IL REGOLAMENTO E IL VAR – Le semifinali si giocheranno con gara di andata, lunedì 17 maggio, e di ritorno, giovedì 20. In caso di parità dopo 180′, non contano i gol in trasferta e niente supplementari: vola in finale chi si è meglio piazzato al termine della regular season. Finale domenica 23 e giovedì 27: supplementari e rigori solo in caso di arrivo a pari punti nella regular season (ma era solo il caso di Brescia e Chievo a 56 punti). Infine, esordio non dei più felici per il Var, entrato in gioco proprio nel turno preliminare: la gara tra Cittadella e Brescia è iniziata con circa 30′ di ritardo per problemi al Var e ai dispositivi tecnologici in dotazione alla terna arbitrale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*