Mercatino Multietnico, il Prefetto chiama il sindaco

LECCE – Rassicurazioni dal sindaco di Lecce per il tramite del Prefetto Maria Rosa Trio: è quanto gli artigiani e i commercianti del Mercatino Multietnico dicono di aver ricevuto in mattinata durante l’incontro in Prefettura.  Fuori, un presidio per rimarcare la contrarietà all’iter scelto da Palazzo Carafa per provare a regolamentare una situazione ingarbugliata sotto il profilo amministrativo e che è culminata con quello che in sostanza è un preavviso di sfratto. Nei giorni scorsi, il Consorzio che gestisce lo spazio pubblico in viale Aldo Moro ha ricevuto l’avviso di avvio di procedimento per il rilascio dell’area mercatale, che venne assegnata nel 2015 attraverso un provvedimento provvisorio della durata di 12 mesi. Di anni ne sono passati cinque e c’è necessità ora di procedere a un nuovo bando, a cui fa da premessa, però, il fatto che l’ente debba rientrare in possesso del bene. Solo in questo modo, secondo l’assessore al ramo Paolo Foresio, si potrà riorganizzare e rilanciare il Mercato dei Mestieri e delle Etnie. Nel mezzo, però, ci sono i 35 operatori, italiani e stranieri, che in questi anni hanno garantito sopravvivenza e presidio del luogo, dopo un lungo abbandono, e che hanno più volte chiesto di regolarizzare la propria situazione senza tuttavia ricevere riscontro. Di tutto ciò, secondo loro, non si può non tener conto.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*