Liguori: “In trasferta abbiamo dominato, in casa no, questo il problema”

Corrado Liguori, vicepresidente del Lecce
Ottica Salomi

LECCE – Il Lecce ha chiuso la regular season del campionato cadetto con una sconfitta ad Empoli, con il quarto posto in classifica e con la promozione diretta in serie A improvvisamente sfumata a causa dell’ultimo periodo non del tutto brillante. Adesso testa ai playoff: del momento dei giallorossi ha parlato il vicepresidente Corrado Liguori, ospite della puntata 1552 di Piazza Giallorossa su TeleRama.

Le mie sensazioni a caldo nel post Empoli? Finito un campionato è tempo di analisi e le analisi si fanno con i numeri. Il campionato del Lecce -ha chiosato il manager leccese- lo divido in due parti, il rendimento fuori casa e quello interno. La nostra stagione è stata come dottor Jekyll e mister Hyde. Se avessimo avuto in casa lo stesso rendimento avuto in trasferta e sottolineo che è stato il migliore della categoria, non staremmo qui a parlare di playoff. L’auspicio è che il mister, ad una settimana dalla prima gara dei playoff, trovi una soluzione a questo problema. Diciamo che è importante ritrovare il Via del Mare”.

IN CALO – Un finale di campionato con un Lecce decisamente al dì sotto delle aspettative: “A Monza hai dominato il secondo tempo e a Empoli ieri non hai fatto male. Se tu avessi vinto con Cittadella e Reggina sarebbe stato diverso. Il nostro rendimento in trasferta è stato eccezionale e abbiamo dominato. Manca una settimana ai playoff, dobbiamo migliorare il rendimento interno e mantenere quello esterno, solo così potremmo vincere i playoff. In casa, invece, siamo stati la seconda peggior difesa e abbiamo vinto solo sei partite su 19”.

TESTA AL FUTURO – – Il vicepresidente, poi, sottolinea un aspetto molto importante che fa parte della costruzione di un percorso: “Stiamo giocando con dei giocatori giovani Gallo, Rodriguez e abbiamo perso Listkowski. Abbiamo costruito tanto, anche a livello di settore giovanile“.

LA LOTTERIA DEI PLAYOFF – Adesso non c’è tempo per leccarsi le ferite, ma bisogna subito pensare ai playoff. I giallorossi scenderanno in campo lunedì 17 maggio alle 20:45 con la vincente di Venezia-Chievo: “Inizia un nuovo campionato ed è normale che come tale impone una concentrazione altissima. Cerchiamo di evitare gli errori fatti in campionato e di fare bene le cose fatte bene durante la stagione. Venezia o Chievo? Le abbiamo già incontrate, sono partite molto difficili. C’è una variabile importante, ovvero le  gare molto ravvicinate e questa variabile si unisce al fatto del tour de force fatto alla fine del campionato. Bisogna cercare di sfruttare i piccoli vantaggi che abbiamo, ovvero due risultati possibili su tre. La società e i giocatoti non vogliono salire in serie A? Non siamo masochisti e non è così. Basterebbe vedere cosa ‘passiamo’ quando perdiamo un partita per capire che non è così (sorride, ndr)”.

SMS AI TIFOSI – Infine, il vicepresidente manda un messaggio al cuore del tifo giallorosso: “Ai tifosi dico che faremo i playoff con grande energia ed entusiasmo, ma una cosa è certa, a prescindere da come andrà a finire, abbiamo costruito tanto e il nostro futuro è roseo”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*