Omicidio ex maresciallo, si stringe il cerchio intorno all’assassino

COPERTINO-Gli inquirenti stringono il cerchio intorno all’ assassino di Silvano Nestola. Ascolti, perquisizioni, analisi dei tabulati telefonici, estrapolazione dei filmati delle telecamere, nonché accertamenti bancari, stanno portando a rimettere insieme i pezzi dell’assassinio dell’ex maresciallo dei carabinieri di Copertino, freddato a 46 anni la sera del 3 maggio alla periferia del paese.

Mentre si attende l’esito degli esami balistici sui due fucili sequestrati durante le perquisizioni e inviati al Ris di Roma per gli accertamenti, gli inquirenti stanno esaminando nei dettagli tutti gli elementi utili all’identikit dell’assassino. I rilievi dei carabinieri della Scientifica sul posto hanno escluso che sulla scena ci siano state più persone. Ad agire, armato di fucile a pallettoni un unico uomo. Nelle scorse ore in Procura i carabinieri di Lecce e Copertino che stanno indagando sotto il coordinamento del pm Paola Guglielmi si sono riuniti in un vertice con il Procuratore Leonardo Leone De Castris per fare il punto della situazione, ma sembra che la svolta sia ormai vicina. Nelle prossime ore intanto il medico legale Roberto Vaglio eseguirà l’autopsia sul corpo.

 

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*