Il Lecce perde anche ad Empoli. Testa ai playoff, il 17 maggio giocherà la semifinale

EMPOLI – Il Lecce chiude la regular season con una sconfitta e si posiziona al quarto posto in classifica.

Nemmeno ad Empoli, con i padroni di casa già promossi in A, la squadra di Corini riesce a trovare la vittoria che l’avrebbe proiettata al terzo posto in virtù della sconfitta casalinga del Monza col Brescia.

La gara termina per 2 a 1 con i toscani che vincono in rimonta; al gol di Rodriguez, del 24°, rispondono, nel secondo tempo, l’ex La Mantia e poi Matos mantenendo l’imbattibilità casalinga.

Al triplice fischio finale l’Empoli festeggia la promozione ricevendo il tributo dalla Lega B.

Il Lecce quindi va ai playoff da quarta classificata ma la squadra vista nell’ultimo periodo ha poco da dire, bisogna azzerare tutto.

I giallorossi scenderanno in campo in semifinale il 17 maggio affrontando la vincente della gara tra Venezia e Chievo Verona che si sfidano nel primo turno il 13 maggio in una gara secca.

L’altra partita del turno preliminare che si giocherà sempre il 13 è Cittadella – Brescia, la vincente affronterà il Monza.

Quindi Empoli 73 punti e Salernitana 69 approdano in serie A.

Sette giorni di tempo per Corini per scacciare via le streghe che nell’ultimo periodo hanno relegato il Lecce nell’angolo più buio della stagione appena conclusa.

Serve un Lecce nuovo e fresco, bisogna eliminare ogni zavorra e giocare la semifinale e poi il resto si vedrà.

PRIMO TEMPO – Alessio Dionisi rispetto alla gara di Salerno cambia 9 calciatori, solo Bandinelli e Mancuso resistono al turn over, schiera il suo Empoli con il 4-3-1-2 e manda in campo Furlan; Sabelli, Nikolaou, capitan Romagnoli, Parisi; Haas, Stulac, Bandinelli; Bajrami; La Mantia, Mancuso.

Anche Eugenio Corini cambia molto il Lecce non solo negli uomini ma anche nel modulo e sceglie un 3-5-2, ci sono in campo dal primo minuto Gabriel; Meccariello che ha la fascia da capitano, Dermaku, Pisacane; Paganini, Hjulmand, Nikolov, Henderson, Gallo; Rodriguez, Stepinski.

Arbitra il sig. Gianluca Aureliano di Bologna.

Le squadre si guardano e studiano, l’Empoli non ha nessuna fretta di fare mosse azzardate e il Lecce cerca le incursioni sulle fasce.

Al 10° Meccariello ferma Sabelli ed è cartellino giallo per lui.

Al 14° Stepinski su un corner battuto da Henderson prova la torsione di testa ma impatta male.

I salentini cercano di prendere le redini dell’incontro in mano ma i toscani sono ben messi in campo e al 18° si rendono pericolosi con Bajrami ma prima Dermaku e poi Hjulmand sterilizzano i suoi tentativi.

Al 20° Paganini gioca un buon pallone sulla destra e poi cambia campo cercando Rodriguez in area ma Furlan esce in presa alta.

Al 24° si sblocca la gara: Henderson cerca sull’esterno dell’area di rigore Paganini che di testa schiaccia per Rodriguez e Pablito si avventa sulla palla e batte Furlan. Lecce in vantaggio.

Al 32° Hjulmand atterra al limite Mancuso, calcio di punizione per l’Empoli. Calcia Bandinelli sulla barriera.

Al 36° Empoli in avanti: Stulac calcia potente dai 18 metri ma sbaglia mira.

Al 39° giallo per Haas per un fallo su Paganini che dopo aver liberato l’area si era lanciato in avanti.

Al 41° Stepinski riceve da Paganini, la controlla e poi calcia la sfera che termina di poco fuori.

Al 42° giallo per Pisacane che blocca Bandinelli, punizione dall’esterno per l’Empoli. Calcia Stulac, palla all’ex La Mantia che calcia e Gabriel si salva sulla linea.

Ripartenza del Lecce: Rodriguez calcia di poco fuori.

Al 44° Empoli vicino al gol: Mancuso di testa a colpo sicuro, para Gabriel.

I toscani chiudono in avanti. E al 45° Gabriel salva ancora il risultato su La Mantia.

Si va al riposo col vantaggio del Lecce.

SECONDO TEMPO – Si ricomincia senza nessun cambio.

Al 50° brivido per un rinvio di Gabriel disturbato da Bandinelli.

Al 51° arriva il pareggio dell’Empoli: Andrea La Mantia sale in cielo sul cross di Sabelli e batte Gabriel piegandogli il polso. L’ex giallorosso chiede scusa e non esulta.

Al 57° Mancuso scatta e serve Bajrami, schiaccia di testa, nulla di fatto.

Al 57° doppio cambio per Dionisi: fuori La Mantia e Bandinelli dentro Matos e Zurkowski.

Al 58° Nikolov calcia da fuori col mancino ma la sfera termina sul palo.

Al 63° Empoli vicino al vantaggio: Parisi crossa col contagiri e Haas si tuffa, colpisce di testa, palla di poco fuori.

Al 63° arriva anche il giallo a Parisi.

Al 67° triplo cambio per Corini: fuori Lucioni, Rodriguez e Henderson entrano Lucioni, Yalcin e Mancosu.

Al 68° l’infortunato Parisi lascia il campo per Cambiaso.

Al 69° Matos infila la difesa del Lecce, solita dormita, sfugge a Lucioni, e batte Gabriel. Due a uno per i padroni di casa.

Al 75° Yalcin fa sponda, palla a Mancosu che però impatta male, palla fuori.

Al 77° doppio cambio nell’Empoli fuori Mancuso e Bajrami dentro Olivieri e Ricci.

Il Lecce risponde con Majer al posto di Nikolov.

Al minuto 81 altra occasione per i padroni dicasa: Ricci serve Olivieri che calcia dal limite, palla di poco fuori.

Corini passa al 4-3-1-2 mandando in campo Bjorkengren al posto di Pisacane al minuto 82.

Al minuto 84 giallo per Olivieri che mette in rete con la mano.

Al minuto 86 Sabelli ara tutto il campo e arrivato al limite dell’area di rigore calcia di poco fuori.

Gallo all’89° crossa in area, Stepinski prende il tempo a Cambiaso e impatta di testa, palla di poco fuori.

La lavagnetta segnala 4 minuti di recupero ma non c’è più tempo per altro.

Il Lecce chiude al 4° posto, l’Empoli festeggia.

IL TABELLINO

EMPOLI – LECCE 2-1

EMPOLI (4-3-1-2): Furlan; Sabelli, Nikolaou, Romagnoli ©, Parisi (68° Cambiaso); Haas, Stulac, Bandinelli (57° Zurkowski); Bajrami (77° Ricci); La Mantia (57° Matos), Mancuso (77°Olivieri). A disposizione: Pratelli, Crociata, Moreo, Fiamozzi, Damiani, Pirrello, Viti. Allenatore: A. Dionisi

LECCE (3-5-2): Gabriel; Meccariello ©, Dermaku (67° Lucioni), Pisacane (82° Bjorkengren); Paganini, Hjulmand, Nikolov (77° Majer), Henderson (67° Mancosu); Gallo; Rodriguez (67° Yalcin), Stepinski. A disposizione: Bleve, Vigorito, Maggio, Coda, Zuta, Calderoni. Allenatore: E. Corini

ARBITRO: sig. Gianluca Aureliano di Bologna

ASSISTENTI: sig. Edoardo Raspollini di Livorno e sig. Marco Scatragli di Arezzo. IV Uomo sig. Alberto Santoro di Messina.

MARCATORI: 24° Rodriguez (L), 51° La Mantia (E), 69° Matos (E)

AMMONITI: 10° Meccariello (L), 39° Haas (E), 42° Pisacane (L), 63° Parisi (E), 84° Olivieri (E)

 

M.Cassone

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*