Mancosu: “Non mi spaventano i playoff e ho voglia di giocarli”

Marco Mancosu

LECCE – Al termine della gara pareggiata con la Reggina per 2 a 2. che significa addio alla promozione diretta in A per il Lecce, ai microfoni di Dazn si presenta il capitano giallorosso, Marco Mancosu, che in settimana ha emozionato tutti con la sua rivelazione della battaglia che sta combattendo contro il cancro. Gli Ul con uno striscione, riconoscendo il suo grande valore hanno chiesto 11 Mancosu con uno striscione.

Il numero 8 parla prima del pareggio e dei playoff:

“Adesso si azzera tutto, non mi spaventano i playoff e ho voglia di giocarli, poi alla fine vedremo come andrà a finire. Purtroppo abbiamo sbagliato tante occasioni e quando non riusciamo a indirizzarla come diciamo noi è difficile giocarla con l’assillo del gol. La Reggina comunque è una squadra molto quadrata”.

Alla domanda sulla sua battaglia di salute, Mancosu si racconta:

“Nella vita non si finisce mai di imparare, noi vorremmo che andasse tutto bene ma capitano anche queste cose, come è capitato a me, ed anche più gravi. Bisogna solo affrontarle. Devo dire grazie a tutti per il sostegno, mi riempie d’orgoglio e questa è la vittoria più grande. È stato difficile dire tutto, non lo nego, ho tenuto dentro per tanto tempo. Non ero sicuro di raccontarlo poi ho ascoltato il consiglio di qualche amico e l’ho fatto, avevo dei dubbi perché non volevo avere alibi. Adesso però con la vicinanza di tutti sto meglio. Ho sempre dovuto far finta di nulla per non fare soffrire le persone che amo, non volevo trasmettere la mia sofferenza, adesso però sto avendo tante sorprese diaffetto e vicinanza. Andare in A sarebbe una favola? A me piace la meritocrazia, non è che siccome mi è successo questo devo andare in A, dobbiamo vincere i playoff se lo meritiamo e non per altro”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*