Mercatino Etnico, avviso di procedimento per il rilascio dell’area

LECCE- “Lecce non è solo centro storico. Il giro di vite sulla ZTL, la sanatoria delle attività commerciali, l’assenza di parcheggi centrali e di prossimità, porteranno ad avere un centro storico sempre piu’ affollato di notte, ma vuoto di giorno. Si svuotano quindi tutte quelle attività commerciali presenti rendendole poco appetibili a causa di una disorganizzazione che invoglia i cittadini a scegliere gli ipermercati”, dice Daria Vernaleone di Rudiae Metropolitana.

“Una realtà che si presterebbe molto bene a diventare una movida allargata in periferia, trovandosi in una zona ben servita, all’uscita della tangenziale, dotata di servizi igienici e parcheggi è il Mercato Etnico”, aggiunge Vito Perrone, segretario provinciale dell’UGL Lecce.

“Abbiamo ricevuto come Consorzio Il Mercatino Etnico l’avviso di avvio di procedimento per il rilascio dell’area
mercatale dal Comune di Lecce. Ci danno 20 giorni per produrre eventuali memorie difensive” -dice Veronica Merico, Presidente del Comitato Il Mercatino Etnico- “il Comune, nonostante le nostre reiterate richieste, non ci ha mai voluto regolarizzare con un contratto”.

“I piccoli commercianti e gli artigiani stanno soffrendo in modo particolare per questa crisi, e non riescono a comprendere come possa un’amministrazione, in un periodo come questo, scegliere deliberatamente di accanirsi sulle categorie maggiormente in difficoltà, dimostrandosi semplicemente insensibile, oltre che davvero molto poco democratica” conclude Evanghelos Apostolou di Italexit Lecce.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*