Stomeo lascia il Pd e attacca il partito pugliese

MELPIGNANO- “Il Pd pugliese non ha considerato quanto denuncio da tempo e lascio il partito, pronto a sposare un vero riformismo”. Così l’ex sindaco di Melpignano Ivan Stomeo che ha rassegnato le sue dimissioni dal Partito Democratico.

Lo ha fatto con una lettera inviata ai vertici del partito nazionale e locale: al segretario nazionale Enrico Letta, al segretario regionale Marco Lacarra e al segretario provinciale Ippazio Antonio Morciano.

“ Il circolo Pd di Melpignano- scrive Stomeo- da tempo agisce con con modalità poco trasparenti a vantaggio di posizioni personalistiche e a detrimento della mia reputazione politica e personale. Tale stato di cose da tempo è formalmente ben noto la dirigenza provinciale regionale e nazionale del Pd ma senza alcun esito risolutivo. Per tali ragioni comunico le mie dimissioni”.  Stomeo rievoca alcuni episodi accaduti negli ultimi anni accusando un gruppo di iscritti al Pd melpignanese guidati dall’allora sua vice Valentina Avvantaggiato e dal già consigliere regionale del Pd Sergio Blasi. “Con le mie dimissioni- conclude- lascio un partito locale che non riconosco in cui non mi riconosco. Metterò la mia pluriennale esperienza a disposizione di progetti e persone che sappiano e vogliano essere sinceramente forza progressista e riformista”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*