SS 275, ennesimo rinvio? I consiglieri regionali salentini di centrodestra: “Ora basta, il Salento non può più aspettare”

SALENTO- Nota dei consiglieri regionali salentini di centrodestra Paolo Pagliaro (capogruppo La Puglia Domani), Antonio Maria Gabellone (Fratelli d’Italia), Paride Mazzotta (Forza Italia) e Gianfranco De Blasi (Lega):

“Ci sarebbe da ridere se non fosse che parliamo di un’opera strategica attesa da tutto il Salento da circa 30 anni. Per la statale 275 Maglie-Leuca pare essere giunto un nuovo stop, stavolta in sede di VIA. La Commissione del Ministero della Transizione ecologica avrebbe chiuso la procedura di ottemperanza del progetto definitivo del primo lotto bocciando il progetto in relazione alle tutele ambientali. Tradotto, tutto ciò, significa nuovo studio ambientale, nuovo progetto e, quindi, ulteriore tempo perso.
In questa assurda vicenda non si fa altro che perdere tempo, a discapito di un’opera fin troppo strategica per tutto il Salento e per la sicurezza dei suoi cittadini. Già lo scorso 28 marzo, giunta la notizia del rinvio della seduta della Sottocommissione parlamentare che avrebbe dovuto esprimersi proprio sulla Valutazione d’impatto ambientale della 275, avevamo alzato la voce contro l’ennesimo spreco di tempo. Adesso la Commissione ministeriale ordina un ulteriore allungamento dei tempi, insostenibile.
Ribadiamo, ancora una volta, che la nostra battaglia per lo sblocco di quest’opera imprescindibile per il Salento ha prodotto un risultato importante: l’approvazione all’unanimità della nostra mozione in Consiglio regionale. A Roma, però, qualcuno pensa ancora di poter giocare sulla pelle dei salentini.
Ecco perché sollecitiamo, per l’ennesima volta, il presidente Emiliano affinché chiami a raccolta tutti i parlamentari salentini e pugliesi, uniti, per questa battaglia che è divenuta una vera e propria battaglia di civiltà. Indifferibile appare, poi, l’importanza della previsione di un Commissario straordinario che sovraintenda l’opera, figura prima annunciata, poi revocata per la 275. E chi in queste settimane ha detto che non era necessario alcun commissariamento, ora dovrà ricredersi.
Da parte nostra, dopo aver dato un fondamentale apporto in Consiglio regionale, continueremo a vigilare e a sollecitare tutti, fino al giorno dell’apertura del cantiere lungo la Maglie-Leuca. Non è più tempo di procrastinare oltre”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*