Green Pass e aperture: timido sospiro di sollievo dal nuovo DPCM

PUGLIA  –   L’Italia lentamente riaprirà dal 26 aprile, ma meno restrizioni saranno previste solo nelle regioni in fascia gialla. Questo è quello che prevede il nuovo DPCM . Aperture scaglionate fra maggio e luglio. Bar e ristoranti potranno riaprire dal 26 aprile anche a cena all’esterno nelle regioni in fascia gialla.  Le misure, scaglionate a partire dal 26 aprile come anticipato dal governo, dovrebbero avere validità fino al 31 luglio. Fino a questa data infatti dovrebbe essere disposta la proroga dello stato d’emergenza Covid. Ma non è prevista la fine del coprifuoco che rimane alle 22. Tra le novità l’ok a visite ad amici e parenti in zona gialla e Pass verde per gli spostamenti tra le Regioni . La “certificazione verde” (che potrà essere cartaceo o digitale e varrà sei mesi per i vaccinati e per chi è guarito dal Covid). Chi invece effettuerà un test molecolare o antigenico, riceverà un certificato dalla struttura sanitaria o dalla farmacia e avrà una validità di 48 ore . Il dl prevede che, in fascia gialla e arancione, dall’1 maggio al 15 giugno, saranno consentite le visite a casa di amici fino a un massimo di quattro persone oltre a quelle conviventi e ai minorenni. Dal 26 aprile, sempre in zona gialla è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e e di contatto, ma niente utilizzo degli spogliatoi per gli appassionati del calcetto del sabato. . Sì agli eventi sportivi dal primo giugno, con capienza degli stadi o palazzetti non superiore al 25% e non più di 1000 spettatori all’aperto e 500 al chiuso .riaprono in zona gialla dal 15 maggio le piscine all’aperto, i mercati e i centri commerciali anche nei giorni festivi, dal primo giugno delle palestre, dal 1 luglio le fiere, i convegni e i congressi, dei centri termali e dei parchi tematiciRitorno in classe dal 26 aprile almeno al 50% per gli studenti delle superiori nelle zone rosse e almeno al 60% e fino al 100% in quelle arancioni e gialle. Infanzia, elementari e medie saranno invece in presenza in tutta Italia

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*