Accusato di furto di energia elettrica per 170 mila euro: assolto imprenditore

TAURISANO- Era stato accusato di aver manomesso l’impianto di energia elettrica nel suo agriturismo, così da ottenere un risparmio nei consumi calcolato in 170 mila euro. Ora l’imprenditore di Taurisano Rocco Toma, legale rappresentante di “Masseria Grande”, finito a processo per furto, è stato assolto. A pronunciare la sentenza il giudice Bianca Todaro. Secondo il giudice il fatto non costituisce reato perché Toma sarebbe stato completamente all’oscuro della manomissione. L’impianto infatti fu realizzato prima del 2013, prima cioè che l’imprenditore diventasse legale rappresentante della struttura. Il giudice ha accolto la tesi difensiva sostenuta dall’avvocato Luce Puce, difensore dell’imputato.

Per quella vicenda l’uomo era anche finito agli arresti domiciliari.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*