Il Lecce torna alla vittoria a Vicenza e resta al secondo posto

Ottica Salomi

VICENZA – Il Lecce c’è e lo grida al vento in un Romeo Menti vuoto di pubblico ma pieno di significato. Il Lecce espugna lo stadio veneto battendo il Vicenza per 1 a 2 al termine di una gara ispida e difficile. La sblocca Pettinari, la riprende Jallow ma poi arriva il gol di Henderson a mettere il punto esclamativo sulla gara. Accade tutto nel secondo tempo dopo un primo tempo terminato 0 a 0.

La squadra salentina risponde presente in un campionato sempre più difficile ed a 4 giornate dal termine resta lì al secondo posto, tallonata dalla Salernitana che ha vinto col Venezia.

Non era semplice rialzarsi dopo lo stop interno con la Spal ma la squadra di Corini ha il cervello, i muscoli, le gambe e l’umiltà per capire che si vince con il cuore e dopo 34 giornata ha 61 punti in classifica a quattro gare dal termine.

Cala così il sipario sulla 34ª giornata del Campionato di serie B. Nemmeno il tempo di rifocillarsi e martedì si torna già in campo, al Via del Mare alle 19:00 arriva il Cittadella.

PRIMO TEMPO – Corini schiera la squadra titolare col 4-3-1-2 e dunque Gabriel; Maggio, Lucioni ©, Meccariello, Gallo; Majer, Hjulmand, Björkengren; Henderson; Pettinari, Coda.

Di Carlo, risponde a specchio con Grandi; Cappelletti, Pasini, Padella, Beruatto; Zonta, Rigoni, Cinelli; Giacomelli ©; Jallow, Gori.

Arbitra Giua di Olbia.

Avvio di gara pimpante e si fa già dai primi minuti a sportellate in mezzo al campo, entrambe provano a prendere le redini del gioco in mano.

Al 5° Lecce pericoloso: Pettinari gioca un buon pallone, entra in area, sbanda gli avversari e la mette in mezzo, arriva Hjulmand a rimorchio e calcia in diagonale dal limite, palla fuori.

Subito dopo Coda dialoga con Henderson, palla in angolo. Sugli sviluppi Hjulmand impatta di testa ma Beruatto devia.

Al 7° Lecce vicinissimo al gol: grande assist di Coda per Pettinari che arpiona la palla, esce a vuoto Grandi, l’attaccante romano calcia ma Pasini libera.

I salentini attaccano con continuità. Al 9° Zonta ferma sulla trequarti una palla con la mano, punizione per i salentini. Calcia Henderson, libera la difesa.

Al minuto 11 affondo di Jallow, tiro cross basso dell’attaccante biancorosso, blocca Gabriel.

Al 17° Jallow serve Rigoni che da fuori area prova la staffilata ma la sfera termina alla destra del portiere giallorosso.

Al 20° Gori anticipa Lucioni e sbaglia di poco la mira, Vicenza pericoloso.

La gara è vibrante: prima il Lecce e poi il Vicenza a proporre gioco, collezionando corner.

Al 29° traversa del Vicenza: Giacomelli batte un punizione e la sfera carambola sul legno spinta da Padella. Padroni di casa vicini al vantaggio.

Al 38° azione di Coda, la sfera carambola fino ad arrivare a Hjulmand che calcia da fuori area e Padella si immola deviando in angolo: sugli sviluppi Meccariello di testa impegna severamente Grandi che si salva.

Al 44° giallo per Rigoni che commette fallo su Henderson; batte la punizione dai 25 metri proprio Henderson che scaglia una sassata ma Grandi si salva a terra.

Il primo tempo termina sullo 0 a 0 senza recupero.

SECONDO TEMPO – Si ricomincia con gli stessi effettivi della prima frazione.

E dopo 5 minuti arriva il vantaggio del Lecce: Coda cambia gioco, cambia campo, palla a Maggio che attacca sulla fascia, serve in profondità Majer che la serve in area per Pettinari e l’attaccante romano castiga Grandi. Uno a zero per i salentini.

Il Vicenza prova subito a reagire con Gori ma il suo tiro è murato dalla difesa del Lecce.

Al 53° gli ospiti pungono: Majer serve Coda, si sistema la palla e calcia, Grandi devia, sfera a Bjorkengren che da buona posizione si divora il gol del raddoppio.

Al 56° Lecce ancora pericoloso: scatta Pettinari, semina il panico, Cappelletti però riesce a intercettare la sfera indirizzata al centro dell’area. I salentini continuano ad attaccare alla ricerca del raddoppio.

Al 63° arriva il pareggio: Jallow riceve la palla a venti metri dalla porta difesa da Gabriel e calcia d’esterno destro, la palla deviata da Meccariello si insacca. Uno a uno.

Subito al 64° dopo doppio cambio per Di Carlo: dentro Vandeputte e Da Riva fuori Zonta e Cinelli.

Al 67° arriva il raddoppio del Lecce che riparte dopo una conclusione ciccata di Vandeputte, vola Pettinari, palla a Coda che trova Henderson, buon gioco del trequartista e conclusione all’angolino, per Grandi non c’è nulla da fare. Uno a due.

Al 72° Maggio entra male su Giacomelli che cade e sviene, attimi di paura in campo, entrano i sanitari, i secondi sono macigni ma fortunatamente il calciatore del Vicenza riprende i sensi.

Cartellino giallo per Maggio.

Al 74° doppio cambio Pontisso e Mancini fuori Rigoni e Giacomelli.

Corini risponde con Rodriguez al posto di Pettinari.

Al minuto 84 Rodriguez scatta, Pasini lo atterra, giallo.

Subito dopo, al minuto 85, un cambio per parte. Per il Vicenza dentro Longo fuori Gori, per il Lecce dentro Dermaku per Henderson.

Corini ridisegna i suoi con un 3-5-2 per difendere tre punti importantissimi.

La lavagnetta segnala 5 minuti di recupero.

Al 90° Padella atterra sul versante destro al limite dell’area Rodriguez, giallo per lui. Batte la punizione Majer palla in porta, Cappelletti allontana.

Il Lecce chiude in avanti con Rodriguez che impegna severamente Grandi che si salva con la mano.

Gestione lucidissima della gara da parte dei salentini che graffiano ogni lembo di campo.

Nell’ultimo minuto ci prova il Vicenza ma il tiro di Da Riva termina fuori.

E non c’è nulla da fare per i padroni di casa, arriva il triplice fischio e il Lecce consolida il secondo posto.

IL TABELLINO

LR VICENZA – LECCE 1-2

LR VICENZA (4-3-1-2): Grandi; Cappelletti, Pasini, Padella, Beruatto; Zonta (64°Vandeputte) , Rigoni (74° Pontisso), Cinelli (64° Da Riva); Giacomelli © (74° Mancini); Jallow, Gori (85° Longo). A disposizione: Zecchin, Perina, Valentini, Bruscagin, Ierardi, Barlocco, Agazzi. Allenatore: D. Di Carlo

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Lucioni ©, Meccariello, Gallo; Majer, Hjulmand, Björkengren; Henderson (85ç Dermaku); Pettinari (74° Rodriguez), Coda. A disposizione: Bleve, Vigorito, Pisacane, Paganini, Yalçin, Stepinski, Zuta, Calderoni, Tachtsidis. Allenatore: E. Corini

ARBITRO: sig. Antonio Giua di Olbia

ASSISTENTI: sig. Fabrizio Lombardo di Cinisello Balsamo e sig. Vittoria Di Gioia di Modena; IV Uomo sig. Riccardo Ros di Pordenone

MARCATORI: 50° Pettinari (L), 63° Jallow (V), 67° Henderson (L)

AMMONITI: 44° Rigoni (V), 72° Maggio (L), 90° Padella (V)

M.Cassone

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*