Over 80 prenotati per il vaccino: cambio hub senza preavviso

LECCE- Alcuni over 80  avevano effettuato la prenotazione online per il vaccino anticovid, ricevendo disposizione di presentarsi oggi dalle 14 in poi presso l’hub vaccinale dell’ex Galateo. Ma guarda caso una volta giunti lo hanno trovato chiuso, non sapendo di esser stati dirottati presso la Caserma Zappalà, che invece riapre alle vaccinazioni, come di consueto, dalle 15 del pomeriggio.

“La campagna vaccinale in Puglia non smette di stupire, purtroppo”. E’ il commento del Codacons di Lecce con l’ Avv. Cristian Marchello . “Come se non bastassero le ultime, caotiche, indicazioni sulle vaccinazioni agli over 60 senza necessità di prenotazione, oggi l’ennesimo disastro. A Lecce, nella tarda mattinata, decine e decine di cittadini over 80, regolarmente prenotati, si sono recati presso l’hub vaccinale dell’ex Vito Fazzi, proprio come indicato nella prenotazione. Ma una volta giunti al centro, l’amara sorpresa: cancelli chiusi e smarrimento. Solo dopo aver chiesto informazioni, agli anziani è stato comunicato che il centro dove ricevere la loro dose era quello della Caserma Zappalà. E così tutti loro hanno raggiunto il luogo indicato che, però, avrebbe riaperto i battenti soltanto alle ore 15. Risultato? Decine di anziani per strada, al sole e al vento, senza alcuna corsia riservata nonostante la prenotazione. Con l’inevitabile sovrapposizione di persone prenotate over 80 e 79enni, anche quelli in molti casi senza preventiva prenotazione. Ci chiediamo, allora, se è questo il rispetto verso i cittadini che si sono prenotati con diligenza e, soprattutto, se è questo il modo di combattere il virus. Pur assolutamente consapevoli delle difficoltà organizzative connesse alla vaccinazione di massa non possiamo che stigmatizzare tale disorganizzazione che colpisce soprattutto la popolazione più debole ed augurare che in futuro la ASL di Lecce riesca a governare con più efficienza i flussi di vaccinazione, soprattutto dopo che finalmente si sono definite ben precise linee guida”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*