Dal Financial Times all’opposizione regionale: il “fiasco” dei vaccini in Puglia

PUGLIA – “La Puglia è forse l’esempio più vivido dell’andamento disfunzionale del piano di vaccinazione… alla fine della scorsa settimana il 98% della popolazione tra i 70 e i 79 anni in Puglia stava ancora aspettando la prima dose”.

Così il Financial Times parla del “fiasco” italiano delle vaccinazioni, usando a sostengno della tesi l’esempio pugliese.

Dopo l’apertura senza prenotazione agli over 60 e dopo la correzione in corsa che spiega come funzionerà lo scaglionamento, si scatenano le polemiche anche in Regione.

Il gruppo di Forza Italia chiede le dimissioni di Lopalco: “Gli errori, le inefficienze e i ritardi nella gestione del Covid e della campagna vaccinale ci spingono a chiedere le dimissioni dell’assessore” dicono i consiglieri Stefano Lacatena, Giandiego Gatta e Paride Mazzotta.
“Siamo stanchi di sentir ascrivere ogni responsabilità ai cittadini “indisciplinati” che esistono, ma non sono la maggioranza.
Qualcuno deve fare “mea culpa” e andare a casa. Ed è per questo -concludono i consiglieri azzurri- che chiediamo le dimissioni di Lopalco, assolutamente inadeguato a ricoprire il suo ruolo e a governare la sanità regionale”.

“È ora di finirla con tutto questo inconcepibile presappochismo. Tante le situazioni che denunciano una gestione assolutamente disorganizzata e scriteriata, in merito alla pandemia attualmente in corso, da parte della Regione Puglia. La misura appare colma! L’emergenza richiede risposte all’altezza ed invece qui si naviga a vista”. Così Domenico Damascelli, vicecoordinatore regionale di Forza Italia.

 

“Da domani in Puglia regnerà l’anarchia” dice il consigliere regionale Paolo Pagliaro, capogruppo de La Puglia Domani e Presidente del Movimento Regione Salento: “Alla vigilia della campagna di vaccinazione di massa in Puglia, ecco che il duo Emiliano-Lopalco partorisce l’ennesima trovata che altro non fa che generare ulteriore caos e disorientamento nei cittadini pugliesi.

Con una decisione scriteriata e senza senso, la Regione Puglia ha comunicato che tutte le persone da 79 anni ai 60 anni senza fragilità, potranno recarsi anche loro nei punti vaccinali e richiedere una dose. Si tratta di un vero e proprio esercito di oltre 880.000 mila cittadini in giro alla ricerca di un vaccino. Hai voglia a scrivere che “chi ha già effettuato l’adesione sul portale telematico avrà un accesso prioritario”, perché questo modus operandi è garanzia assoluta di caos. Da domani, insomma, in Puglia sarà anarchia proprio come accaduto appena una settimana fa nell’hub della Caserma Zappalà”.

“Lopalco forse ignora che in Puglia vivono oltre un milione di over 60 e richiamarli da domani mattina al “vaccino per tutti senza prenotazione” avrebbe rappresentato un disastro in termini di contagi e di ordine pubblico. In momenti così delicati come quelli che viviamo l’inadeguatezza e l’inesperienza possono rappresentare un serio pericolo per la comunità, per questo chiediamo al Presidente Emiliano di sostituire immediatamente l’assessore Lopalco” è il commento del sen. Roberto Marti, Segretario Regionale della Lega Puglia

I capigruppo di maggioranza cercano di gettare acqua sul fuoco: “Non è il tempo delle polemiche, avanti tutti insieme, il più velocemente possibile” dicono Gianfranco Lopane, Filippo Caracciolo, Massimiliano Stellato e Grazia Di Bari, interpretando il pensiero dell’intera maggioranza sulla campagna vaccinale anti covid. La Puglia deve accelerare con ogni mezzo, perché abbiamo la necessità di tornare alla normalità il prima possibile, per far ripartire presto tutte le attività economiche.
Invitiamo tutti alla massima collaborazione”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*