Apre il secondo hub vaccinale: al museo Castromediano fino a 800 dosi al giorno

LECCE – Dopo la caserma Zappalà è entrato ufficialmente in funzione, a partire da questo sabato mattina, il secondo hub vaccinale del capoluogo, allestito nel museo “Sigismondo Castromediano”. (Per rivedere la nostra diretta clicca QUI)

È un’atmosfera suggestiva quella che circonda le postazioni allestite per procedere con le somministrazioni e le sale d’attesa, con sedute opportunamente distanziate tra loro. Ad intrattenere gli over80 in fila, nel giorno di avvio dell’hub, le esecuzioni al piano del musicista Giacomo Fronzi. Presente all’ideale taglio del nastro anche l’assessore regionale alla Sanità, Pier Luigi Lopalco.

Una partenza senza intoppi e un’accoglienza ordinata, in questa sede che potrà garantire (dosi permettendo) 800 somministrazioni al giorno. Adesso si parte con 400 inoculazioni quotidiane. 

La Asl fa sapere che da lunedì  12 si parte con la vaccinazione dei cittadini con meno di 80 anni, nati dal 1 gennaio 1942 in poi, che hanno confermato l’appuntamento.

Alcuni centri vaccinali avvieranno la propria attività sempre da lunedì, come le sedi di Campi, Casarano, Galatina, Gallipoli, Muro Leccese, Nardò, Spongano e anche il terzo hb leccese allestito nel Palazzetto dello Sport. Altri – come quello di Martano e Gagliano – sono già in funzione come centri sanitari.

E.Fio

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*