540 tablet in dono alle scuole di Puglia e Basilicata

LECCE – 540 tablet per le scuole: è il dono del Distretto di Puglia e Basilicata del Rotary International, guidato da Giuseppe Seracca Guerrieri. Il Distretto ha ottenuto la prima tranche del finanziamento stanziato dall’agenzia statunitense per la lotta alla povertà globale e ha utilizzato l’importo ricevuto per l’acquisto di 540 tablet. I dispostivi – che sono già giunti presso i 15 punti di smistamento nelle due regioni -sono destinati agli studenti meno abbienti, che li otterranno in comodato gratuito.

“La nostra collaborazione con USAID ci fornisce risorse preziose per contribuire a rendere le nostre iniziative nell’emergenza più impattanti e sostenibili” dichiara Giulio Koch, responsabile italiano del progetto Rotary.

“Importante ed ampio è stato per l’ottenimento dei fondi – ha dichiarato il Governatore Seracca Guerrieri – il lavoro della Commissione Fondazione Rotary, presieduta dal Past Governor Riccardo Giorgino. Il Distretto, poi, grazie alla sua approfondita conoscenza del territorio, ha effettuato una ricerca delle nostre scuole, a cui distribuire i tablet per garantire anche alle fasce di studenti più sfortunate un accesso all’istruzione. Gli istituti avranno, poi, l’incarico di individuare gli alunni, consegnando i tablet in comodato d’uso gratuito. Nei prossimi giorni termineremo questa fase. Ma i nostri soci sono già al lavoro per ottenere la seconda tranche del finanziamento”.

“La pandemia ci ha imposto un nuovo modo di apprendere, un approccio virtuale, per il quale sono necessari dispositivi affidabili. Grazie a questa iniziativa, diverse centinaia di studenti riceveranno un tablet per facilitare l’apprendimento a distanza. Siamo fieri di questa partnership con il Rotary, attraverso la quale aiutare gli studenti a raggiungere i loro obiettivi, e continueremo ad essere al fianco dell’Italia nella lotta contro il Covid-19”, ha dichiarato l’Incaricato d’Affari ad interim dell’Ambasciata degli Stati Uniti in Italia Thomas D. Smitham.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*