Attualità

La polemica sulle dosi “al volo”: la Asl concede meno di un’ora ai medici per ritirarle

LECCE – È polemica su una mail inoltrata alle 13.23 di oggi dal Distretto sanitario di Lecce ai medici di base, con la quale si comunicava la disponibilità di consegnare nell’immediato dosi di vaccino Moderna (un flacone per medico, che equivale a 11 somministrazioni).

Il problema è nato dalle tempistiche: la Asl fa sapere che il ritiro delle fiale è possibile dalle 13 alle 14. La mail contenente la comunicazione è inviata però alle 13.23, lasciando ai medici di base una finestra temporale di soli 37 minuti utili per procedere al ritiro.

Una consegna letteralmente “al volo” che ha scatenato la polemica, considerato che “cogliere l’attimo”, ancor di più in un contesto emergenziale come questo, è tutt’altro che semplice e poco opportuno.

Nella stessa comunicazione è specificato che il ritiro sarà possibile nella giornata di domani, ma con tempistiche ancora da definire. L’auspicio dei medici è che la comunicazione last minute di oggi non conceda in bis.

Articoli correlati

Lecce 2050: in un corto i grandi temi per progettare una città euro-mediterranea

Erica Fiore

Assistenza sanitaria estiva, rete potenziata: 20 postazioni e 6 ambulanze

Erica Fiore

Una rete per contrastare le povertà educative, l’evento finale a Le Costantine

Barbara Magnani

Morandi e Fiorello in giro per il Salento

Elisabetta Paladini

A Don Antonio Coluccia il premio Ipogeo 2024

Redazione

A Casarano l’abbraccio a difesa del “Ferrari”

Isabel Tramacere