I NAS nelle rsa: in tre strutture farmaci scaduti, carne in cattivo stato e troppi ospiti

LECCE – I Carabinieri dei Nuclei Antisofisticazioni e Sanità intensificano i controlli volti a verificare il rispetto delle misure di contrasto e contenimento della diffusione epidemiologica da Covid-19 presso le strutture socio-sanitarie e assistenziali.

In tale contesto, il NAS di Lecce ha denunciato alla competente Autorità Giudiziaria 8 persone tra titolari e lavoratori dipendenti di tre differenti strutture ricettive per anziani; i militari hanno contestato in totale la presenza di 14 persone oltre il limite numerico per il quale le strutture erano autorizzate, venendo quindi meno i requisiti organizzativi e strutturali. Inoltre, le condizioni di salute di 4 ospiti non erano in alcun modo compatibili con la tipologia della struttura. In due delle tre strutture sono state individuate 4 dipendenti che, senza averne titolo, svolgevano di fatto mansioni tipiche dell’infermiere. Infine sono stati sottoposti a sequestro 2 confezioni di farmaci poiché scaduti di validità e 14 kg di carne in cattivo stato di conservazione. Sono stati adottati immediati provvedimenti dalle Autorità locali per la salvaguardia dell’incolumità delle persone ospitate.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*