Cronaca

I NAS nelle rsa: in tre strutture farmaci scaduti, carne in cattivo stato e troppi ospiti

LECCE – I Carabinieri dei Nuclei Antisofisticazioni e Sanità intensificano i controlli volti a verificare il rispetto delle misure di contrasto e contenimento della diffusione epidemiologica da Covid-19 presso le strutture socio-sanitarie e assistenziali.

In tale contesto, il NAS di Lecce ha denunciato alla competente Autorità Giudiziaria 8 persone tra titolari e lavoratori dipendenti di tre differenti strutture ricettive per anziani; i militari hanno contestato in totale la presenza di 14 persone oltre il limite numerico per il quale le strutture erano autorizzate, venendo quindi meno i requisiti organizzativi e strutturali. Inoltre, le condizioni di salute di 4 ospiti non erano in alcun modo compatibili con la tipologia della struttura. In due delle tre strutture sono state individuate 4 dipendenti che, senza averne titolo, svolgevano di fatto mansioni tipiche dell’infermiere. Infine sono stati sottoposti a sequestro 2 confezioni di farmaci poiché scaduti di validità e 14 kg di carne in cattivo stato di conservazione. Sono stati adottati immediati provvedimenti dalle Autorità locali per la salvaguardia dell’incolumità delle persone ospitate.

Articoli correlati

Lizzano, ancora controlli: 117 persone identificate nella notte

Redazione

Turista 19enne muore in mare a Gallipoli

Redazione

Il Comitato No Tap: “Tap consegna le integrazioni e mette nei guai la Capitaneria”

Redazione

Ladri nella notte in città, furti a scuola e nel bar

Redazione

Processo Scelsi, udienza rinviata per sciopero avvocati

Redazione

Carbone nei rifiuti, fiamme avvolgono mezzo Monteco

Redazione