Il Lecce sgretola la Salernitana e allunga in classifica

Il gol di Pettinari, Lecce-Salernitana (foto P.Pinto)

LECCE – Il Lecce inanella la quinta vittoria consecutiva buttando giù il muro e le speranze della Salernitana che ritorna in Campania ritrovandosi a 4 lunghezze dai giallorossi che salgono a 55 punti e staccano ancora di più il Monza, che ha pareggiato con la Virtus Entella, ed è terzo in condominio proprio con la squadra granata.

Mentre l’Empoli, fermo causa Covid e dunque con una partita in meno, guida la classifica con 59 punti.

Un gol per tempo, Pettinari al 44° e Maggio al 73°, ed i 3 punti diventano d’oro per i salentini che giocano una gara perfetta: attaccano, segnano, si difendono, soffrono, raddoppiano.

La squadra di Castori gioca per tutto il primo tempo arroccata dietro la linea della palla, nella seconda frazione rientra in campo col coltello tra i denti, si rende pericolosa ma non riesce a pareggiare e al 64° rimane in dieci uomini per l’espulsione di Bogdan che da ultimo uomo ferma Coda.

Ottima lettura della gara da parte di Corini che gestisce uomini e animi nel migliore dei modi e adesso la sua squadra si candida seriamente alla promozione diretta in A a 7 partite dalla fine e lunedì, il giorno di Pasquetta fa visita al Pisa.

Può calare così il sipario sulla 31^ giornata del campionato di serie B

PRIMO TEMPO – Fabrizio Castori che deve fare a meno di Guerrieri, Lombardi, Aya, Durmisi e Gondo con il 3-5-2 schiera Belec in porta; Bogdan, Gyomber e Manotvani sulla linea difensiva; Casasola e Jaroszynski sulle fasce del centrocampo chiuso da Di Tacchio, Coulibaly e Capezzi che, in avanti Tutino e Djuric.

Eugenio Corini senza Mancosu e di Listkowski e fedele al suo 4-3-1-2 manda in campo Gabriel tra i pali, difesa con Maggio a destra e Gallo a sinistra e con Meccariello e Lucioni centralli; Tachtsidis in cabina di regia con Majer e Bjorkengren ai lati mentre Henderson si posiziona alle spalle di Pettinari e Coda.

Arbitra Daniele Chiffi di Padova.

Pronti e via, fallo di Djuric su Tachtdsis, punizione per il Lecce; i campani iniziano protesi in avanti.

Al 2° Di Tacchio chiude in angolo Pettinari, calcia Henderson basso, sugli sviluppi calcia Bjorkengren dopo una carambola, sfera ancora in angolo. Calcia Tachtsidis, nulla di fatto.

La gara si gioca su ritmi alti già dai primi minuti; pressing asfissiante delle Salernitana ma buon palleggio del Lecce, sceso in campo con la storica maglia già indossata nella gara interna col Chievo.

Strettissime le maglie e quindi le linee della Salernitana.

Al 7° Di Tacchio va giù in area salentina dopo un contatto con Tachtsidis ma non c’è fallo.

Al minuto 8 Majer ci prova dalla distanza ma calcia malamente fuori.

All’11° Coda confeziona un assist per Pettinari ma la sfera toccata da Mantovani rischia di insaccarsi alle spalle di Belec che si salva in angolo; sugli sviluppi Tachtsidis confeziona per Lucioni che di testa impegna severamente Belec che si salva ancora in corner e sugli sviluppi è ancora Lucioni dopo una carambola a calciare di sinistro ma Belec para in due tempi.

Salernitana in difficoltà.

Al 13° Tutino se ne va sulla sinistra, prova a servire Djuric, Meccariello però anticipa tutti.

Al 23° Lucioni scodella una palla in area per Bjorkengren che anticipa i difensori di testa ma la sfera termina fuori.

Subito dopo Henderson trova Cpda che calcia ma Mantovani devia in angolo, sugli sviluppi palla ai campani che provano a ripartire senza fortuna.

Al 27° Meccariello lesto anticipa Djuric e poi Majer devia in angolo. Calcia Jaroszynski e Gabriel fa sua la sfera.

Al 29° Lecce vicinissimo al gol: Henderson serve Coda che lascia Pettinari, azione strepitosa, con lo scozzese che riceve ancora la sfera e impegna severamente Belec che con i piedi, alla Garella, si salva.

Al 32° Pettinari per Coda che salva la sfera sulla linea esterna dell’area di rigore della Salernitana, la arpiona, calcia, traversa e Lecce ancora vicino al gol ma è Di Tacchio ad allontanare.

Al 42° Belec si salva con i pugni su un cross di Maggio.

Il gol è nell’aria e al 44° crolla il muro della Salernitana: Pettinari riceve da Tachtsidis e accarezza la sfera, rientra, calcia e gonfia la rete. Uno a zero per il Lecce.

Subito dopo potrebbe raddoppiare ma Bjiorkengren sbuccia la palla e finisce così il primo tempo.

SECONDO TEMPO – Nessun cambio inizialmente.

Parte bene la Salernitana e al 47° Lucioni rischia un po’ ma si salva in angolo, sugli sviluppi batte Capezzi, rinvia la difesa salentina.

Al 52° Salernitana vicina al pareggio con Tutino che calcia a giro, ma salva Maggio in corner; poi ci pensa Gabriel a deviare via con i pugni.

I campani partono forte e al 53ç è Meccariello a salvare sulla linea un tiro cross di Jaroszynski.

Al 57° Capezzi serve Di Tacchio che calcia forte da lontano ma non centra la porta.

Al 59° Henderson per Coda, la gira a Pettinari che si libera e calcia in diagonale, palla fuori.

Subito dopo Corini manda in campo Hjulmand al posto di Tachtsdis.

Al 64° Coda, servito da Henderson, anticipa Bogdan che da ultimo uomo lo atterra, cartellino rosso per lui. Batte la punizione Coda, Capezzi fa il coccodrillo, palla sulla barriera.

Al 66° doppio cambio per la Salernitana: fuori Capezzi e Djuric dentro Anderson e Kupisz.

Al 72° cambio nel Lecce: dentro Rodriguez, fuori Pettinari.

Ed è proprio lui, Pablito a scattare e servire la palla a Maggio che di testa batte Belec, due a zero per il Lecce.

Al 75° doppio cambio per Castori: fuori Koulibaly e Tutino dentro Kristoffersen e Schiavone.

Al minuto 83 triplo cambio per il Lecce: fuori Meccariello, Coda, Bjorkengren ed entrano Dermaku, Yalcin, e Paganini.

Al minuto 87 cambio per i campani: fuori Jaroszynski dentro Cicerelli.

Al 90° gioco di prestigio di Yalcin che si libera degli avversari e calcia in porta, si salva Belec.

La lavagnetta segnala 3 minuti di recupero.

Nell’ultimo minuto Rodriguez servito fa Henderson impegna Belec.

È un Lecce perfetto che consolida la seconda posizione respingendo la Salernitana e si candida alla promozione diretta.

IL TABELLINO

LECCE-SALERNITANA 2-0

LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Maggio, Lucioni ©, Meccariello (83° Dermaku), Gallo; Majer, Tachtsidis (59° Hjulmand), Bjorkengren (83° Paganini); Henderson; Coda (83° Yalcin), Pettinari. disposizione: Bleve, Vigorito, Pisacane, Stepinski, Nikolov, Zuta, Calderoni, Rodriguez. Allenatore: E. Corini.

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Bogdan, Gyomber, Mantovani; Casasola, Di Tacchio ©, Coulibaly (75°Kristoffersen), Capezzi (66° Anderson), Jaroszynski (87 Cicerelli); Tutino (75°Schiavone), Djuric (66°Kupisz). A disposizione: Micai, Sy, Boultam, Kiyine, Veseli. Allenatore: F. Castori

ARBITRO: sig. Daniele Chiffi di Padova

ASSISTENTI: sig. Salvatore Longo di Paola e sig. Emanuele Prenna di Mofetta; IV UOMO sig. Lorenzo Illuzzi di Molfetta.

MARCATORI: 44° Pettinari (L), 73° Maggio (L)

ESPULSO: 64° Bogdan (S)

M.Cassone

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*