I pacchi di CuoreAmico a Ugento, mons. Angiuli: “Ci aiutate ad aiutare”

randstad 2

UGENTO – Quello a Ugento, per la carovana solidale di CuoreAmico, è un ritorno.

Perché, nell’ottica del “nessuno deve rimanere indietro”, le parole alla base delle azioni della raccolta alimentare della onlus salentina, questo è purtroppo un triste dato: serve tornare e ritornare nelle varie comunità del territorio. Sintomo del fatto che l’emergenza economica derivante da quella sanitaria non è affatto terminata. Anzi.

E così, l’anno scorso, all’inizio della pandemia, la onlus salentina che da 20 anni rappresenta il braccio di TeleRama attivo per il sociale, ha immediatamente avviato una raccolta di generi alimentari per le famiglie salentine in difficoltà.

A un anno esatto dal primo incontro, i pacchi con il logo di CuoreAmico sono stati consegnati nelle mani di Mons. Vito Angiuli, Arcivescovo della diocesi di Ugento – Santa Maria di Leuca, che traccia un bilancio di questi mesi di emergenza e spiega uale sia la situazione attuale della sua comunità.

C’è ancora tanto da fare e CuoreAmico ha bisogno del sostegno di tutti. Per partecipare alla raccolta alimentare si può usare il cc 800 della Banca Popolare Pugliese o effettuare un versamento, usando l’iban che vedete in sovrimpressione IT78H0526216080CC0800000800, con la causale “emergenza coronavirus aiuto famiglie distribuzione alimentare”. Per informazioni e richieste, è attivo anche il numero 350 /0410751.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*