Associazione Socialismo XXI: ridare all’Italia la forza socialista assente da più di 30 anni

minerva

PUGLIA – I Socialisti pugliesi che si raccolgono intorno a principi e idee della Associazione Socialismo XXI, alla presenza del Coordinatore Nazionale del CUS (Franco Lotito) e del Presidente Nazionale della Associazione (Aldo Potenza) hanno individuato nella persona di Massimo Lotti la figura di Coordinatore Regionale della Associazione Socialismo XXI.
La Associazione, partecipando in maniera attiva al Comitato di Unità Socialista, intende così promuovere la sua opera di strutturazione territoriale in prospettiva della nascita di un nuovo soggetto politico che, ispirandosi alle vicende dei socialisti francesi, promuova una Epinay italiana al fine di raggruppare tutte le anime socialiste (ovunque collocate) al fine di ridare all’Italia quella forza socialista, laica e liberale che da oltre trent’anni è assente dal panorama politico.

I Socialisti della Associazione XXI Secolo, ritengono che oggi più che mai occorra rifondare un soggetto politico che, in continuità con i principi sanciti a Genova nel 1892 e rivendicando per intero la storia dei Socialisti italiani, sappia coniugare al futuro i valori imprescindibili dell’essere socialisti: Lavoro ed Ecologia.

Il lavoro, per dirla con il Compagno Lotito, << significa rimettere al centro delle scelte politiche la “Persona”, rovesciando il modello di crescita neo-liberista basato sulla precarietà sociale e torni a far crescere i posti di lavoro stabili. Questo vuol dire meno economia finanziaria e più economia reale. Il precariato ha ormai assunto i caratteri di uno sfruttamento vergognoso dei più deboli. Ne sanno qualcosa soprattutto le giovani generazioni delle regioni meridionali dove dilaga l’abbandono scolastico, il precariato più umiliante ed il lavoro nero. Vuol dire un politica retributiva che innalzi decisamente il valore dei salari e degli stipendi. Vuol dire una politica fiscale basata su una forte progressività che sposti il prelievo verso le grandi ricchezze alleggerendo contestualmente il carico fiscale per lavoratori e pensionati.>>

Ecologia, significa che l’Uomo deve ritornare a “fare pace con la Natura”, ovvero ad una società che investa maggiormente nell’Innovazione tecnologica, vuol dire “più digitale”; vuol dire risparmio energetico, vuole dire una società che adotti stili di vita orientati alla sobrietà dei consumi eliminando la componente dello spreco e al riciclo dei rifiuti in una economia circolare.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*