Corini è soddisfatto: “Prova di carattere contro una squadra forte”

Eugenio Corini, 50 anni, allenatore del Lecce
Ottica Salomi

VENEZIA (di Carmen Tommasi) – Al “Penzo” tra Venezia e Lecce, scontro diretto in chiave promozione, dopo una partita bella e viva finisce 2-3 per gli ospiti: i giallorossi continuano a sognare. Terza vittoria di fila e ottavo risultato utile consecutivo. La rete che ha deciso la partita è arrivata al minuto 71 con Massimo Coda che su rigore ha fissato il risultato finale. Il tecnico giallorosso, Eugenio Corini,  con la solita lucidità, nel post gara, analizza la prestazione dei suoi: “Quella di oggi è una vittoria importante per la classifica e per come è arrivata contro una squadra forte. Le due  squadre si sono affrontate a viso aperto. I miei ragazzi -ha spiegato il tecnico dei giallorossi- sono stati straordinari e hanno fatto una prova di carattere. Ci hanno rimontato due volte, ma non abbiamo mai perso l’ordine e la voglia di provarci. Risultato importante per il nostro obiettivo”.

GLI AVVERSARI – I lagunari hanno sempre provato a superare i salentini in una gara giocata a viso aperto: “Peccato aver preso il gol nel primo minuto di recupero del primo tempo che poteva destabilizzarci, invece non è stato così. Abbiamo iniziato la ripresa bene con un grande gol. La squadra dimostra una grande solidità mentale che sarà fondamentale nelle prossime partite. Non dimentichiamo il valore dell’avversario, che avvalora ancora di più la nostra prestazione”. 

E SONO 18 – Massimo Coda non era al top, ma l’attaccante è sceso in campo e ha siglato una doppietta: “Grandissimo Massimo. Eravamo preoccupati per questo piccolo problema che aveva avuto. Si è messo a disposizione e ha rischiato qualcosa di suo, ma è stato premiato con la doppietta”. 

I TRE PUNTI – La vittoria sulla squadra di Paolo Zanetti è molto importante da più punti di vista: “Abbiamo superato il Venezia di tre punti e siamo in vantaggio con lo scontro diretto. Questo sarà fondamentale, visto il grande equilibrio in cima alla classifica”.

TESTA AL FROSINONE – Sabato c’è la seconda trasferta di fila in casa del Frosinone e la squadra non tornerà nel Salento, ma rimarrà in ritirò e si traferirà subito a Roma: “Ci siamo presi trenta secondi di serenità e ora pensiamo già alla prossima gara. Ho chiesto ai ragazzi, il sacrificio di stare insieme in ritiro per preparare al meglio la prossima trasferta“.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*