La Puglia resta gialla

PUGLIA- Con il suo indice Rt 0,93 la Puglia resta in zona gialla per un’altra settimana. E’ il verdetto ’emesso’ dal ministro della Salute, Roberto Speranza, il quale, in base ai dati del monitoraggio settimanale della Cabina di Regia a contrasto della pandemia Covid, ha così riconfermato la fascia di limitazioni per la regione.

Il livello di rischio, anche a causa della situazione legata a focolai legati alla variante inglese e ai contagi in aumento, è comunque moderato con alta probabilità di progressione. Complessivamente in Puglia l’incidenza dei casi per 100mila abitanti è di 169,73 mentre sono stati segnalati 6710 casi settimanali.

Tuttavia, nonostante questo e nonostante le aspettative di un possibile passaggio in zona arancione, la Puglia continua quindi ad essere gialla. Ma ricordiamo esattamente cosa si potrà continuare a fare:

Dalle 5 alle 22 è consentito spostarsi in un altro comune senza necessità di motivare il movimento; è vietato spostarsi tra regioni diverse; resta raccomandato ridurre al minimo però gli spostamenti. Bar e ristoranti, g4elaterie e pasticcerie potranno continuare ad essere aperti fino alle 18 , con possibilità di consumazione all’interno. Il consumo al tavolo è ristretto ad un massimo di 4 persone, salvo conviventi. Dalle 18 alle 22 è consentito l’asporto. Lo sport è permesso presso i centri all’aperto. I negozi sono aperti. Aperti anche i servizi alla persona così come i musei, dal lunedì al venerdì, festivi esclusi.

E ancora, una delle novità del nuovo Dpcm firmato da Draghi è che dal 27 marzo, in zona gialla, riapriranno cinema e teatri con posti preassegnati e con una capienza non superiore al 25%.

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*