Corini suona la carica: “Fare la partita e non gestire, siamo in crescita”

Eugenio Corini, 50 anni, allenatore del Lecce

LECCE (di Carmen Tommasi) – Altro giro, altra corsa: si ritorna subito in campo e il Lecce ospita il fanalino di coda della serie B, la Virtus Entella che naviga in cattive acque e che ha solo 18 punti in classifica. Eugenio Corini presenta la gara e prima di parlare della squadra di Chiavari fa un piccolo passo indietro sulla partita di Pescara, finita 1-1, e con gli avversari che hanno pareggiato in pieno recupero: “Arriviamo bene a questa gara e per fortuna abbiamo recuperato alcuni giocatori. Siamo pronti e preparati per fare una grande partita contro la Virtus Entella. Sicuramente, il match contro il Pescara ci ha lasciato qualcosa da imparare. In futuro dobbiamo cercare -ha spiegato il tecnico- di chiudere prima le partite per evitare che si ripetano episodi di questo tipo. Serve non gestire il risultato, ma continuare a giocare e cercare il secondo gol. Noi, però, in quest’ultimo periodo abbiamo fatto delle partite importanti nonostante alcuni episodi che non hanno girato a nostro favore.  Nella ripresa ci è mancata voglia e incisività per costruire situazioni importanti. Già dopo Brescia abbiamo dimostrato di avere capacità di reagire, lo sappiamo fare e lo rifaremo anche contro l’Entella. Siamo in un momento caldo del campionato e dobbiamo andare oltre”.

Contro la squadra di Vincenzo Vivarini ci potrà essere un leggero turnover nella formazione iniziale: “Ci saranno sicuramente, abbiamo allargato il campo dei titolari per avere più uomini su cui poter contare”.

Tutti i giocatori sono tenuti in grande considerazione dall’allenatore bresciano, anche chi non gioca per scelta tecnica: “Stepinski è un giocatore molto importante in questa rosa, non c’è nessun caso. Lui sta lavorando per farsi trovare pronto ed è un giocatore pronto, certamente è penalizzato da una scelta tecnica”.

Sugli undici iniziali, il tecnico giallorosso non si sbilancia più di tanto: “Chi ha esperienza è un giocatore sempre importante per noi. Mancosu migliora ogni allenamento che passa e per me è un’opzione dall’inizio ed anche Tachtsidis sarà molto utile per noi. Ha ripreso lavorare con il gruppo da una settimana dopo il problema e conto su di lui”.

Le insidie della gara contro il fanalino di coda della cadetteria, non sembrano poche: “Sono una squadra molto veloce e tecnica, dobbiamo essere molto attenti e cercare di fare le nostre cose nel modo migliore possibile. Abbiamo le caratteristiche per far male ad una squadra come questa”.

Arbitra Francesco Meraviglia di Pistoia, fischio d’inizio alle ore 19:00 per la settima giornata di ritorno di serie B, turno infrasettimanale di campionato.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*