Serie B, il gruppone rallenta: sette pareggi e molti rimpianti

Ottica Salomi

LECCE (G. Serafino) – E’ la giornata dei pareggi, dei rimpianti e del riscatto delle “piccole” la 25esima in Serie B. Nei piani alti della classifica, infatti, latitano le vittorie con le big tutte bloccate: non ne approfitta nessuno e in ordine di classifica la prima squadra a portare a casa i 3 punti è la Reggina, dodicesima.

Ha il sapore delle occasioni mancate l’ultimo turno di campionato, soprattutto in casa Lecce, che fino al 91′ era in vantaggio sul campo del Pescara e con la prospettiva di accorciare a -1 sul secondo posto; e invece il calo nel secondo tempo costa l’ennesima rimonta-beffa della stagione, con i rimpianti che aumentano.

Resta in testa, quindi, l’Empoli che nel big match di giornata contro il Venezia fa 1-1 e inanella il quinto pareggio consecutivo: nessuna fuga per i toscani che, anzi, adesso rischiano il primato. Alle loro spalle resta il Monza, distante 3 punti, che in casa contro il Cittadella fa zero a zero e resta secondo in solilaria.

Pari anche per la Salernitana che sul campo della Reggiana non va oltre lo 0-0: un punto buono solo per gli emiliani che allungano a tre la serie positiva. Clamorosa, invece, le sconfitte di Chievo e soprattutto Spal. I clivensi cadono in trasferta a Cosenza (per i lupi silani prima gioia casalinga della stagione) che costa il KO consecutivo a mister Alfredo Aglietti. I ferraresi, dal canto loro, un pesante 1-4 in casa per mano della Reggina: un duro colpo per gli estensi che non vincono da otto giornate e ora la panchina di Pasquale Marino trema forte.

In tutto questo, come detto, non ne approfitta il Lecce: il gol di Maggio allo stadio “Adriatico” di Pescara stava per avere un effetto dirompente nella zona playoff, ma poi il gol (in posizione molto sospetta di offside) di Busellato ha fatto ricordare a tutti chi sono i giallorossi quest’anno: una squadra che non riesce a imporre le sue enormi qualità che pecca fin troppo di inesperienza ed ingenuità.

Ma i rimpianti sono anche per il Frosinone che sciupa l’opportunità di accorciare sulla zona-spareggi cadendo malamente a Cremona (4-0 e panchina in bilico anche per Nesta). I frusinati agganciano il Pordenone (1-1 con l’Ascoli) e il Pisa che rimonta un doppio svantaggio sul Vicenza.

Il settimo pareggio di giornata arriva nel posticipo tra Entella e Brescia: per le rondinelle è piena zona playout, mentre i chiavaresi, prossimi avversari del Lecce, restano in coda alla classifica.

Si torna in campo già nelle giornate di lunedì e martedì prossimi per il nuovo turno infrasettimanale.

I RISULTATI

REGGIANA – SALERNITANA 0-0
EMPOLI – VENEZIA 1-1
COSENZA – CHIEVOVERONA 1-0
CREMONESE – FROSINONE 4-0
PESCARA – LECCE 1-1
PISA – L.R. VICENZA 2-2
PORDENONE – ASCOLI 1-1
SPAL – REGGINA 1-4
MONZA – CITTADELLA 0-0
V. ENTELLA – BRESCIA 1-1

LA CLASSIFICA

Empoli 46
Monza 43
Venezia e Salernitana 42
Cittadella 40
Chievo e Lecce 39
Spal 37
Frosinone, Pordenone e Pisa 33
Reggina 32
Cremonese 29
Reggiana e Vicenza 28
Brescia 27
Cosenza 26
Ascoli 22
Pescara 19
Virtus Entella 18.

PROSSIMO TURNO

lunedì 1 marzo ore 21
VENEZIA-REGGIANA

martedì 2 marzo ore 17
FROSINONE-MONZA

martedì 2 marzo ore 19
ASCOLI-PISA
BRESCIA-COSENZA
CHIEVO-PORDENONE
CITTADELLA-PESCARA
LECCE-ENTELLA
REGGINA EMPOLI
SALERNITANA-SPAL

martedì 2 marzo ore 21
VICENZA-CREMONESE

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*