Investito da un’auto pirata, muore ciclista. Il responsabile dopo qualche ora si costituisce

GALLIPOLI – Non era da solo Cristiano Tricarico, 45enne di Taviano, quando un’auto pirata, intorno alle 15.30 del pomeriggio, lo ha travolto sulla Gallipoli-Leuca che stava percorrendo in sella alla sua bici. L’amico, che era con lui, aveva assistito a quella tragedia che al 45enne ha strappato la vita.

Aveva descritto ai militari il mezzo che aveva travolto l’amico. Il responsabile, un 66enne, si è costituito qualche ora dopo.

Il due ciclisti stavano percorrendo la statale 274, direzione Leuca.

All’improvviso un’auto ha impattato in corsa con la bici di Cristiano che è subito caduto per terra. L’automobilista è fuggito via. Immediata la richiesta di aiuto al 118. All’arrivo dei sanitari, il disperato tentativo di rianimazione. Ma per il 45enne non c’è stato nulla da fare.

Sul posto gli agenti del commissariato di Gallipoli e i carabinieri.

Qualche ora dopo, si diceva, l’automobilista inizialmente fuggito si è costituito.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*