Corini: “Campionato atipico, non avere i nostri tifosi ci penalizza. Battere il Cosenza”

Eugenio Corini, 50 anni, allenatore del Lecce
Ottica Salomi

LECCE (di Carmen Tommasi) – I tre punti con il Cosenza per dare continuità alla classifica e per cercare di avvicinarsi sempre più alla capolista Empoli. Eugenio Corini è pronto per la sfida del “Via del Mare” con i calabresi e la presenta così: “Il Cosenza è una squadra che ha perso poco, ha idee e mister Occhiuzzi sta facendo un grande lavoro. I loro attaccanti sono importanti, hanno gente come Carretta e Trotta. Come tutte le squadre di serie B B è organizzata -spiega l’allenatore bresciano- e ha idee. Abbiamo preparato la partita tenendo presente il loro 3-4-1-2. Se sarà, poi, 3-4-2-1 cambia poco. Nelle ultime partite hanno sviluppato, anche uno schieramento a 4 e abbiamo lavorato anche su quello”.

“PABLITO” E NON SOLO – Un piccolo passaggio sulla situazione dell’infermeria e sulle condizioni di Pablo Rodriguez: “Pablito non viene, come vi ho detto altre volte, da un percorso lineare di preparazione. È stata per lui una settimana intensa di lavoro e lo abbiamo fatto rigenerare dopo allenamenti di carico. Il ragazzo sta bene. Yalcin? Sta spingendo per acquisire una condizione migliore e, a dire il vero, vedo dei passaggi di crescita. Mancosu? Ha fatto una parte di lavoro settimanale in differenziato, ma da giovedì è in gruppo. Sarà a disposizione. Gallo è disponibile e lo tengo in grande considerazione dal primo minuto.”

I TRE PUNTI – La vittoria di Cremona è stata molto importante per più aspetti: “La trasferta di Cremona ha rivestito un’importanza straordinaria e dobbiamo dare continuità. Sappiamo di aver lasciato qualcosa per strada, ma è mancato il guizzo per vincere qualche partita in più. Stiamo lavorando su tutto quello che ci  è mancato e ora ho percezioni positive. Proveremo a salire direttamente ma se non sarà possibile continueremo a lottare.”

ECCO SERGIO – Il baby Maselli sembra poter essere una garanzia per il suo Lecce: “Lo tengo in considerazione, è cresciuto tanto in tutti gli aspetti e non sente la pressione. Mi sta dando risposte importanti, come tutti i ragazzi sa che avrà occasioni e le sfrutta bene.”

SMS AI TIFOSI – L’assenza dei tifosi pesa e Eugenio Corini non lo nasconde: “Siamo in un campionato atipico senza pubblico. Non avere i nostri tifosi in casa ci penalizza senza dubbi. Faccio fatica a differenziare le partite in casa e fuori ma è ovvio che al Via del Mare si sente l’assenza dei tifosi. Ieri i nostri sostenitori sono passati a salutarci, ai ragazzi fa bene questo tipo di supporto.”

 Si gioca in serale, alle ore 21:00, per la quinta giornata di serie B: arbitra Giua di Olbia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*