Covid: Crack da 50 milioni per agriwedding con feste di matrimonio annullate

PUGLIA – La cancellazione e il rinvio delle nozze, con lo stop ai festeggiamenti a causa dell’emergenza Covid nel 2020, ha provocato un crack di almeno 50 milioni di euro per l’agriwedding, dai fiori alla tavola, dalle bomboniere alle cooking class, con il segmento agenzia matrimoniale e dei matrimoni green azzerato per effetto delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria. E’ quanto stima Coldiretti Puglia, nel sottolineare che nell’anno della pandemia con i matrimoni in calo del 50,3% a fronte degli oltre 14mila registrati in Puglia nel 2019, sono stati annullati i ricevimenti dei matrimoni in campagna, meta preferita soprattutto degli sposi internazionali.

“Tra le regioni più richieste dai buyer internazionali e nazionali per i matrimoni green c’è la Puglia che assorbe il 6,1% delle richieste. L’impossibilità di festeggiare i matrimoni, in campagna ha fatto crollare il fatturato del segmento di attività con gli agriturismi che propongono “pacchetti di agriwedding” che includono agribomboniere realizzate in green style , servizi fotografici con scenografie naturali e rurali, menù di nozze stampati su carta riciclata. Da un anno italiani e stranieri hanno azzerato le prenotazioni per matrimoni e qualunque altra cerimonia”. Un terzo delle strutture agrituristiche pugliesi offrono agli sposi e agli ospiti cibi genuini e fedeli alla tradizione contadina.

“Oltre alla tradizionale festa per il matrimonio, sono stati azzerati i servizi aggiuntivi per gli sposi ed i loro ospiti, come i pool party, le feste in piscina organizzate il giorno successivo al matrimonio, le cooking class e le degustazioni guidate, richieste dagli ospiti stranieri durante la giornata. Proprio per questo oltre alle attività specializzate come gli abiti e accessori, i settori che hanno pagato il prezzo più alto all’emergenza sono quelli dell’agriturismo con le 900 strutture presenti in Puglia ma anche il florovivaismo che registra un buco da 120 milioni di euro, un vero e proprio tsunami senza precedent”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*