Recovery Fund, le proposte delle associazioni: “Al Sud infrastrutture, svolta green e digitale”

BARI – La premessa è stata ancora la stessa: ad oggi il governo centrale non ha chiarito se e in che modo le Regioni avranno voce in capitolo sull’individuare le opere da finanziare con il Recovery Fund-Nex Generation EU. Ma la Puglia va avanti per farsi trovare pronta quando, ci si augura, Roma chiederà l’elenco delle priorità. Anche perché la scadenza fissata da Bruxelles è vicina: 30 aprile.

Nel terzo appuntamento organizzato dal Consiglio regionale sono state le associazioni datoriali e del partenariato sociale ad esprimersi sul tema.

Confindustria Puglia ha chiesto che il Mezzogiorno abbia ciò che gli spetta. Occorre spendere bene e in tempi brevissimi, si è detto, a cominciare dalla rinascita green di Taranto e Cerano, la vera partita sulla riconversione energetica.

Dalle associazioni agricole, Coldiretti, Copagri l’appello a concentrarsi sulla risorsa acqua e sulle piattaforme logistiche. Va più nello specifico Confagricoltura che sollecita un investimento infrastrutturale soprattutto dove la xylella ha messo in ginocchio l’intero settore.

Digitalizzazione prima di tutto anche per Unioncamere, meno burocrazia ha chiesto Confcooperative.  Confcommercio ha proposto un comitato permanente tra istituzioni e parti sociali, per condividere un patto per la Puglia del futuro, mentre Federaziende ha chiesto di mettere in risalto trasporti e collegamenti. Su questo si è espresso anche il capogruppo de La Puglia Domani Paolo Pagliaro, ricordando quella che ha definito la madre di tutte le battaglie, l’alta capacità Napoli-Bari ma che arrivi a Lecce.

La presidente dell’Assemblea Loredana Capone ha chiesto un documento che in estrema sintesi individui priorità per le sei direttrici della Next Generation EU: transizione verde, trasformazione digitale, occupazione e crescita intelligente, coesione sociale, salute e resilienza, politiche per la prossima generazione.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*