Terrore a Tricase. L’ex sindaco Musarò sequestrato dai rapinatori: cercavano una cassaforte

TRICASE- Hanno fatto irruzione nel suo studio di commercialista, lo hanno sorpreso al lavoro, e sotto la minaccia di una pistola lo hanno costretto a consegnare tutto il denaro che aveva in un cassetto. Vittima di una rapina avvenuta questa sera intorno alle 19 Antonio Musarò, 75 anni, commercialista, già sindaco di Tricase dal 2008 al 2011. I banditi lo hanno tenuto in ostaggio per circa un’ora: cercavano una cassaforte che in realtà non è stata trovata. Non è escluso, ma questo saranno le indagini dei carabinieri a stabilirlo, che i rapinatori non si aspettassero di trovare Musarò nel suo studio.

L’episodio in un appartamento al primo piano di una zona centrale di Tricase che i rapinatori hanno messo a soqquadro, rovistando ovunque. Minacciando di morte Musarò, con la pistola puntata alla tempia, gli hanno intimavato di rivelare il posto dove fosse nascosta la cassaforte. Solo alla fine si sono convinti e sono fuggiti con il denaro contante trovato nel cassetto. Ad attenderli fuori un terzo complice a bordo di un’auto. Solo in quel momento il 75enne è riuscito a dare l’allarme e a chiamare i carabinieri. Ora è caccia aperta ai banditi che hanno agito con i volti coperti. Nella zona ci sono delle telecamere che potrebbero fornire elementi utili alle indagini. Fortunatamente la vittima non ha subito conseguenze fisiche.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*