Metropolitana di superficie: il Salento non può più aspettare

SALENTO- Un Movimento in movimento insieme a tutto il centrodestra per chiedere, mostrare e testimoniare lo stato delle ferrovie che più del Sud Est si possono denominare del “Far West”. Per venerdì 8 gennaio il centrodestra salentino, dunque il Movimento Regione Salento, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Lega, alla presenza dei propri consiglieri regionali, organizza una manifestazione per chiedere che siano ultimati i lavori per la Metropolitana di Superficie fino al Salento.

Mancano 50 milioni di euro necessari a completare il finanziamento dell’opera da 180 milioni, in aggiunta ai 130 già stanziati, provenienti dal Fondo di sviluppo e coesione Patto per la Puglia. La richiesta dunque, alla Regione, è di finanziare questa somma.

È inaudito nel 2020 impiegare due ore e 23 minuti per percorrere 65 chilometri: un supplizio inflitto giornalmente agli utenti della tratta Gagliano del Capo – Lecce. In due ore e mezza si arriva da Brindisi a Londra.  Il punto di ritrovo è previsto per la 10:30 presso la Stazione di Lecce; poi si partirà per Gagliano del Capo, ad ogni fermata, nel massimo rispetto delle norme e dei regolamenti anti Covid, si uniranno altri simpatizzanti e militanti. L’arrivo a Gagliano è previsto per le 13:48, poi il sit-in proseguirà nei pressi della stazione prima di sciogliere le fila. Il Salento non vuole più aspettare, perché l’Italia inizia a Santa Maria di Leuca e non finisce a Bari.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*