Difende una ragazza da un’aggressione: avvocato leccese picchiato in strada

LECCE- Ha difeso una ragazza che in piazzetta Verdi, a Lecce, stava subendo una violenta aggressione da parte di un uomo. Per tutta risposta ha ricevuto percosse, è stato scaraventato per terra, infine inseguito e costretto a rifugiarsi in un’abitazione.

Protagonista del brutto episodio avvenuto lunedì pomeriggio nella piazzetta a pochi metri dal Tribunale penale, l’avvocato Vincenzo Caprioli, già consigliere dell’Ordine. Il legale stava facendo jogging quando ha notato la scena da lontano: un uomo continuava a spintonare una ragazza che impietrita dalla paura non riusciva a difendersi né a fuggire. E’ a quel punto che l’avvocato è intervenuto, frapponendosi tra i due, invitando l’uomo a fermarsi. Ma per tutta risposta è stato spintonato anche lui, gettato più volte per terra e afferrato per il collo.

Ad assistere alla scena tante persone che hanno, nel frattempo, chiamato la polizia arrivata poco dopo con due volanti. Gli agenti hanno bloccato l’aggressore, un 28enne afgano già noto alle forze dell’ordine, mentre con fare minaccioso correva in direzione di via di Porcigliano. Nonostante l’arrivo dei poliziotti l’uomo continuava ad inveire contro la sua vittima. E’ stato denunciato per lesioni personali e minacce. Già gravato da un avviso orale del Questore, gli è stato revocato il permesso di soggiorno. L’avvocato Caprioli, medicato in ospedale, ha avuto una prognosi di cinque giorni per delle escoriazioni al ginocchio e sulle mani. Chi subisce comportamenti questo tipo abbia la forza di ribellarsi– è il commento dell’avvocato Caprioli al termine della brutta vicenda-ciò che mi ha colpito è l’incapacità di reagire di questa donna. Sono intervenuto proprio per poterle offrire una via di fuga e metterla al sicuro”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*