S. Stefano, ancora zona rossa. Cosa si può e non si può fare

minerva

SALENTO- Le regole del Decreto per il giorno di S.Stefano e per domenica 27 dicembre saranno quelle in vigore a Natale: siamo ancora in zona rossa, come il resto dell’Italia. Per uscire da casa quindi è necessario portarsi dietro il modulo con l’autocertificazione. Le motivazioni valide sono: lavoro, salute e urgenze.

Le disposizioni danno la possibilità di uscire da casa in due persone, accompagnate eventualmente da minori di 14 e persone non autosufficienti, per far visita a parenti e amici. Si potrà rientrare nella propria residenza, nel domicilio o nell’abitazione con cui si vive con il partner, nelle seconde case.

Rimane il coprifuoco dalle 22 alle 5 mentre bar e ristoranti saranno chiusi e potranno effettuare solo il servizio d’asporto che sarà consentito sino alle 22. La consegna a domicilio invece non ha restrizioni. I negozi saranno chiusi. Si può andare a messa, ma la chiesa deve essere la più vicina. Le mascherine devono essere indossate sempre, sia al chiuso che all’aperto. Sono vietati gli assembramenti. Sì all’attività sportiva all’aperto, sì alla spesa o agli acquisti in farmacia o dal tabaccaio. Per chi rientra in Italia dall’estero, sino al 15 gennaio c’è l’obbligo  della quarantena per 14 giorni.

Lunedi 28 dicembre, una pausa di tre giorni: 28, 29 e 30 dicembre l’Italia sarà in zona arancione. I negozi ritorneranno ad essere aperti mentre sino al 7 gennaio rimarranno chiusi bar e ristoranti. Sino a quella data quindi niente colazioni ai tavoli, niente pranzi o cene fuori.

La nuova stretta ci sarà per Capodanno e Befana.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*