Covid, in Puglia il primo caso accertato di “variante inglese”

randstad 2

PUGLIA- In Puglia è stato individuato il primo caso accertato con un ceppo che presenta la cosiddetta variante inglese.

Il tampone è stato prelevato da una pugliese rientrata dal Regno Unito il 19 dicembre scorso. “La cosiddetta variante inglese- dice l’assessore regionale alla Sanità Lopalco- desta la nostra attenzione dal punto di vista scientifico, ma allo stato non deve destare preoccupazione nei cittadini, perché è necessario prima verificare se sia effettivamente più contagiosa o meno rispetto alle varianti già in circolazione”. Prosegue intanto lo screening per tutti i rientri dalla Gran Bretagna come da disposizioni nazionali.

I Dipartimenti di prevenzione delle ASL di Bari e di Brindisi hanno avviato le convocazioni per eseguire il test molecolare ai 1.215 passeggeri di rientro dalla Gran Bretagna e arrivati negli aeroporti di Bari e Brindisi. Le aree informatiche delle due ASL hanno messo a punto un sistema grazie al quale gli utenti – rintracciati tramite gli elenchi delle compagnie aeree – ricevono una mail o un sms con all’interno un link che permette di accedere ad un sistema di prenotazione diretta dei tamponi, dopo aver completato la procedura con altre informazioni anagrafiche. I tamponi proseguiranno il 28, 29 e 30 dicembre: a Bari dalle 14 alle 18, in due postazioni all’interno della Fiera del Levante e a Brindisi dalle 9 alle 13 nel drive through dell’ospedale Perrino.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*