Dpcm “delle feste”: ipotesi divieto spostamento tra comuni

minerva

PUGLIA – A riferirlo in Senato è stato il ministro della Salute, Speranza: a Natale, Santo Stefano e l’1 gennaio probabilmente sarà vietato lo spostamento tra comuni.

È sempre in corso di definizione il Dpcm “delle feste”, quello che detterà le regole anti contagio dal 4 dicembre, con indicazioni particolari per i giorni che sul calendario sono rossi. Un decreto parallelo ad hoc si starebbe elaborando proprio per la questione spostamenti nei giorni festivi. Gli spostamenti tra regioni, anche se gialle, dovrebbero essere vietati a partire dal 21 dicembre, anche per raggiungere le seconde case, ma proprio per stabilire le eventuali eccezioni, come il rientro al proprio indirizzo di residenza o domicilio o il ricongiungimento con genitori o parenti anziani, i lavori sono ancora in corso. Le “comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute” dovrebbero essere confermate come uniche motivazioni che giustifichino lo spostamento.

Sembra certa, com’era prevedibile, la raccomandazione di non ospitare persone non conviventi.

Altra ipotesi che va concretizzandosi è quella della conferma del coprifuoco alle 22,00, anche nei giorni prefestivi e festivi. Ibar e i ristoranti nelle zone gialle dovrebbero poter restare aperti ogni giorno, compresi il 25, il 26 e l’1, fino alle 18,00, con asporto fino alle 22,00.

Mentre si guarda con attenzione all’RT, l’indice di contagio del virus, sperando scenda sotto al valore 1, in Puglia l’ultimo bollettino quotidiano registra, su 9.693 test effettuati, 1.668 nuovi casi positivi e conta 29 persone decedute.

Intanto, il ministro Speranza ha anche annunciato che da gennaio saranno disponibili 202 milioni di dosi di vaccino anti-Covid, che sarà somministrato gratuitamente a tutti gli italiani, con priorità a operatori sanitari e sociosanitari, personale e residenti nelle Rsa, anziani. Ovviamente se arriveranno le autorizzazioni, perché al momento “nessun vaccino ha ricevuto l’approvazione né dell’Agenzia europea per i farmaci, né della Food and Drug Administration statunitense”.

AGGIORNAMENTO: Il Consiglio dei ministri, intorno a mezzanotte, ha approvato il “decreto legge Covid” con cui scatta dal 20 dicembre il divieto di spostamento tra le regioni. È la “cornice normativa” nella quale s’inserirà il nuovo dpcm che Conte firmerà oggi e che entrerà in vigore domani, 4 dicembre.
Nella notte è continuata la discussione sulle misure che verranno inserite nel Dpcm.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*