Presicce, schiacciato contro il muro dal Doblò, grave in ospedale. Arrestato l’autore

PRESICCE- Ha riportato fratture gravissime alle gambe un vigile del fuoco di 36 anni che venerdì sera, a Presicce, è stato investito da un Fiat Doblò guidato dal rivale.

Un gesto fatto di proposito, volontario, in seguito al quale Antonio Basile, 34 anni, è stato arrestato con l’accusa di lesioni gravissime. La vittima, poco prima, si era presentato in casa del suo aggressore armato di una pistola a salve, ma aveva trovato solo il padre del 34enne. Aveva deciso così di aspettarlo in strada. Poco dopo Basile è arrivato alla guida del Doblò e, alla vista del 36enne sulla soglia, lo ha puntato con il mezzo e gli è arrivato addosso, schiacciandolo contro il muro e fratturandogli gli arti.

In pochi minuti in via Rossini è stato il panico. Sul posto sono arrivate le ambulanze e i carabinieri. Il ragazzo è stato trasportato nell’ospedale Panico di Tricase dove è stato operato ed ora è in prognosi riservata. Per Basile è scattato l’arresto ai domiciliari. Tra i due, hanno accertato i carabinieri, non correva buon sangue. I dissapori riguardavano probabilmente motivi passionali. Il caso è ora finito in Procura e le indagini continuano per capire esattamente il motivo del gesto che avrebbe potuto trasformarsi in tragedia.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*