Corini: “Il Chievo è solido e difficile da affrontare. Bisogna essere uniti”

Eugenio Corini, 50 anni, allenatore del Lecce

LECCE (di Carmen Tommasi) – Per Eugenio Corini quella con il Chievo è una gara dal sapore particolare e non lo nasconde. Da calciatore ha giocato con la maglia gialloblù dal 1998 al 2003 e poi da allenatore dal 2012 al 2014, subentrando in panchina per ben due volte per poi essere stato esonerato nel 2014. Aglietti, il tecnico dei gialloblù, e Corini, prima compagni di squadra e poi “colleghi” anche a Coverciano.

PERIODO POSITIVO – Un periodo più che positivo per i giallorossi che vengono da tre vittorie di fila: “Sappiamo di essere cresciuti, ma sappiamo che dobbiamo migliorare tanto per affrontare un campionato difficile. Siamo felici dei nostri progressi così come siamo convinti nel voler dare continuità a miglioramenti e segnali positivi mostrati fino ad ora. Questo, sia negli allenamenti che nelle gare che andremo ad affrontare. Vogliamo prolungare questo periodo positivo il più possibile”. 

AL TOP – Il migliore attacco contro la migliore difesa si incontrano nel fascinoso stadio “Bentegodi” di Verona: “Sarà una gara difficile, non dimentichiamo che il Chievo l’anno scorso ha fatto la semifinale playoff per andare in Serie A, vincendo anche l’andata. Giocano bene a calcio, prendono pochi gol ed hanno approcciato benissimo al campionato in corso, perdendo immeritatamente solo con la Salernitana”. 

BELLA SQUADRA – Dal punto di vista tattico i clivensi sono molto preparati e giocano un buon calcio: “Giocano con un 4-4-2 molto evoluto, compatto in non possesso e dinamico per creare superiorità in fase di creazione. Lavorano tanto e bene dal punto di vista tattico”.

GLI ASSENTI – Non fanno parte del gruppo gli indisponibili Rossettini, Dermaku, Bjorkengren e Felici. Non convocati Lo Faso, Dubickas e Borbei: “Gabriel e Meccariello, invece, ci sono e partono con noi“.

IN CRESCITA – Il Lecce deve ancora crescere tanto e questo Corini lo ribadisce spesso e volentieri: “Quotidianamente a partire dalla gara di Verona dobbiamo crescere su più aspetti, ma questo il ragazzi lo sanno.”

CHE RITMI – Fino al 4 gennaio 2021, data di Lecce-Monza, sarà un vero e proprio tour de force: “Ci troviamo in un periodo importante del calendario, perché si concluderà a inizio gennaio quando avremo giocato quasi metà campionato, e conosceremo bene i nostri pregi ed i nostri difetti. Così come quello che si potrà fare nel corso del torneo. Saremo chiamati a disputare tantissime gare in poco tempo, dunque servirà l’aiuto di tutta la rosa. Lo dico sempre, dobbiamo trovare la nostra forza nella collettività, voglio vedere partecipazione da parte di tutti, cosa che c’è sempre stata”.

IL PASSATO – L’anticipo della nona giornata sarà un bel tuffo verso il passato per Corini e Lanna, allenatore in seconda dei giallorossi: “Ho una mia storia personale che parla chiaro, il Chievo mi ha aiutato a tornare un giocatore importante. Mister Delneri ha fatto tornare la mia carriera a livelli importanti dopo che una serie di infortuni l’avevano compromessa. In più, il Chievo mi ha dato a possibilità di allenare in serie A, ottenendo dei risultati importanti. Lo stesso si può dire per Salvatore, che del Chievo è stato anche capitano. In gialloblu ha vissuto 10 anni importantissimi, tornandoci poi da mio vice in panchina”.

IL PIBE DE ORO –  Infine, non poteva mancare un ricordo speciale per Diego Armando Maradona: il campione di tutti tempi: “Per tutti gli amanti del calcio è stato qualcosa di speciale, unico ed irripetibile, figlio di un calcio diverso, del popolo. Tutti sanno chi è Maradona ancora oggi per i tifosi del Napoli, e per gli amanti del calcio tutti. Ricordo che in uno Juventus-Napoli dei miei tempi bianconeri lo marcai a fine gara per chiedergli la maglia, ma con dispiacere mi rispose che l’aveva già promessa a Casiraghi. Voglio ringraziarlo, perché è stata fonte d’ispirazione per tantissimi innamorati del calcio…”.

Fischio d’inizio alle ore 21:00 arbitra Sozza di Milano.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*