Pettinari ha tre obiettivi: “Fiducia, continuità e gol”

Pantaleo Corvino, 70 anni, direttore sportivo del Lecce, e Stefano Pettinari, 28 anni, attaccante giallorosso

LECCE – (di Tonio De Giorgi) Della campagna acquisti estate-autunno 2020 Stefano Pettinari è l’ultimo arrivo. Le vicende del Trapani lo hanno spinto sulle sponde giallorosse del Salento. “Senza i calci di rigore sarebbe stato il capocannoniere della Serie B – fa notare il direttore sportivo Pantaleo Corvino -, siamo molto soddisfatti, tutti, del suo ritorno. Va ad ingrossare un reparto importante”. È tornato dopo quasi due anni: andò via nel 2019 quando la società leccese seguiva le indicazioni di Liverani nel tentativo di scalare la classifica di Serie B. L’attaccante romano, 28 anni, ha appena superato una lombalgia e si è nuovamente unito al gruppo.

PETTINARI – “Sono molto felice di essere tornato qui – ha detto -, vengo da una stagione importante a Trapani, ma pure quando sono venuto la prima volta ero reduce da un buon campionato a Pescara. A Trapani sono cresciuto e ho trovato tanto spazio e fiducia  mettendo in mostra tutte le mie qualità”.

L’ULTIMA VOLTA – A Lecce fu toccata e fuga: solo 12 presenze prima dei saluti a gennaio. “Ebbi diversi problemi soprattutto fisico – ricorda -, ma non ci furono solo problemi fisici. Qualche situazione non andò tanto bene, però sono cose superate. La stagione iniziò bene, poi mi infortunai: ebbi per la prima volta in carriera uno stiramento da cui non recuperai molto bene;  questa fu la causa principale. A gennaio, poi, con l’allenatore decidemmo di prendere un altro percorso”.

BIGLIETTO DA VISITA – Il secondo capitolo della sua storia con il Lecce riparte dai 17 gol segnati nello scorso campionato. Nel Lecce ha trovato una concorrenza spietata, ma si batterà pure per prolungare il suo contratto in scadenza nel 2021. “Anche l’altra volta avevo altre aspettative  – continua -, questa volta purtroppo sono arrivato alla fine e senza preparazione. Ho appena superato un piccolo problemino allo schiena. So che c’è una grande concorrenza, ma dopo una stagione importante vorrei trovare continuità, che mi devo conquistare. Il contratto? Ora penso a rimettermi in forma, per il contratto ci sarà tempo”.

NOMADE – Nella sua carriera, finora, è stato costretto a cambiare spesso squadra, un girovagare che lo ha penalizzato. “Proprio così – conferma -. Questi continui spostamenti sono stati anche per colpa mia, ma adesso vorrei trovare la continuità. In passato quando ho trovato fiducia sono riuscito a dimostrare il mio valore”.

PRIMA PUNTA – È pronto a sfruttare ogni occasione per ritagliarsi il proprio spazio. “Quando sono stato schierato da prima punta ho fatto bene. Ho giocato nel 4-3-3 e nel 3-5-2. Penso di poter giocare con chiunque, anche con lo stesso Falco”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*