Il pres. Magrì dopo il pareggio con il Catanzaro: “Un punto guadagnato che muove la classifica”

Antonio Magrì, Presidente Virtus Francavilla

Il presidente della Virtus Francavilla, Antonio Magrì, ha commentato, in modo sereno, il pareggio per 1 a 1 con il Catanzaro.

PAREGGIO – “Un punto guadagnato che muove la classifica in un momento poco fortunato per noi, contro una squadra costruita per vincere il campionato.

Quando non riesci a vincere non devi perdere.

Quest’anno abbiamo sbagliato due partite, quella con la Turris e quella con la Casertana, nelle altre al di là del risultato la squadra ha sempre dato tutto, quando non si fanno punti c’è amarezza. Siamo una squadra solida, anche contro le grandi squadre riusciamo a tenere il campo. Testa bassa e pedalare i punti arriveranno. Finalmente è rientrato Vazquez, quando c’è lui in campo abbiamo maggiori risorse a livello tecnico, speriamo di recuperare anche Marino: sono elementi di esperienza per una squadra giovane come la nostra”.

LA GARA – “Abbiamo fatto un grandissimo primo tempo, nel secondo tempo abbiamo sofferto nei primi 20 minuti, poi i cambi hanno dato più freschezza, ci sono calciatori che questa settimana hanno giocato 3 partite. Dobbiamo dare continuità ma è un punto buono. Dobbiamo rialzarci un po’ in classifica, perché non meritiamo quella posizione”.

TIFOSI – “Ci sta mancando molto il pubblico, questo è stato sempre il nostro fortino, con il pubblico avremmo raccolto di più, ci auguriamo che questa situazione finisca presto.

Fosse per me fermerei il campionato e lo riprenderei tra qualche mese, per me ha poco senso continuare così, potremmo giocare in estate; questa è la mia opinione ma decideremo tutti insieme”.

MISTER CALABRO – Sul ritorno al Giovanni Paolo II dell’ex tecnico Antonio Calabro, con cui i rapporti non sono idilliaci, commenta in modo garbato: “Preferisco non esprimermi sui questi aspetti perché sono relativi ad un tempo ormai passato. Ci sono stati episodi poco felici tra di noi, mi dispiace perché ho grande rispetto per le persone che hanno dato tanto a questa società, anche se penso che anche noi abbiamo dato tanto a queste persone. Mi dispiace per la situazione che si è creata ma non l’ho creata io”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*