Il Lecce dopo Torino rifiata, torna in campo venerdì

Ottica Salomi

LECCE (di M.Cassone) – Dopo la sconfitta in Coppa Italia maturata col Torino presso lo Stadio Olimpico Grande Torino, il Lecce rifiata, un giorno di riposo prima di tuffarsi nella preparazione della gara con il Pescara che arriva al Via del Mare lunedì 2 novembre alle ore 21:00.

La squadra di Corini ha offerto un’ottima prestazione ed ha dimostrato segnali di crescita importanti, costringendo il Toro nella propria metà campo, è passata in vantaggio con un bel gol di testa di Stepinski servito col contagiri da Mancosu che, tornato in campo e sulla trequarti, si è confermato elemento insostituibile.

Sia sul gol del pareggio di Lyanco che sugli altri due di Verdi, subiti nei tempi supplementari, purtroppo si sono viste le solite leggerezze difensive, figlie di errori individuali e superficialità gravi che bisogna limare ed eliminare; questo è il compito più arduo per Corini, tenere alta la concentrazione di tutti.

Al netto di tutto però il Lecce avrebbe anche meritato di passare il turno, il risultato di 3 a 1 per i padroni di casa è bugiardo; la squadra salentina è sulla buona strada per costruire qualcosa di importante.

Hanno ben impressionato il classe 2001 Maselli che si è consacrato vice Tachtsidis a tutti gli effetti ed è stato bravissimo Adjapong che ha dettato i tempi della catena di destra, ottimo anche Stepinski che oltre al gol si è mosso bene fino alla sotituzione. Bisogna evidenziare la prova da guerriero impavido di Henderson che abbiamo ribattezzato “mille polmoni” per la sua corsa generosa e inarrestabile. Adesso bisogna solo lavorare per crescere.

Venerdì pomeriggio alle 15:00 i giallorossi tornano in campo, all’Acaya, a porte chiuse ovviamente, per iniziare a preparare la gara col “delfino” in cui mancheranno Listkowski e Dermaku per i rispettivi problemi muscolari e sarà da valutare la condizione di Falco che si candida a tornare in campo dopo lo stato febbricitante che lo ha costretto a casa nella trasferta di Cosenza. Abili e arruolabili anche Majer e Tachtsidis che non hanno preso parte alla trasferta in terra piemontese.

La gara di lunedì prossimo contro il Pescara, ultimo in classifica con un punto dopo 5 gare con 2 gol fatti e 11 subiti, nasconde tante insidie.

Per Oddo potrebbe essere l’ultima spiaggia ed arriva dall’eliminazione in Coppa col Parma per 3 a 1 ma a differenza del Lecce la sua squadra non è mai stata in partita.

Sicuro assente l’ex difensore giallorosso Drudi dopo lo stiramento del collaterale del ginocchio destro, potrebbe recuperare Ceter.

Sarà una sfida dal gusto particolare in cui nessuno regalerà nulla ma se Corini gioca per rimpolpare la classifica, Oddo darà tutto per salvare la panchina.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*