Scritte blasfeme sulla chiesetta di Santo Stefano a Montesardo, denunciate due donne

ALESSANO- Una chiesa del XVI secolo completamente deturpata da scritte e disegni blasfemi sulla facciata e sulle pareti laterali. Un episodio che ha indignato l’intera comunità di Alessano, dove la chiesetta di Santo Stefano si trova, e che ha fatto scattare immediatamente le indagini dei carabinieri. L’antica struttura sorge nella frazione di Montesardo, in località Macurano.

Il danneggiamento è avvenuto ad agosto, ed ora, dopo una serie di indagini e grazie ai filmati registrati da telecamere private, i militari sono riusciti a risalire ai responsabili del deturpamento: due donne di 48 e 40 anni, rispettivamente di Livorno e Berlino. Ci sono anche altre tre persone coinvolte che i carabinieri stanno cercando di identificare.

Le scritte, in italiano, inglese e tedesco, sono state fatte con vernice spray di colore rosso e nero. Al momento non si conosce il motivo del gesto. Le due donne sono state denunciate per “deturpamento e imbrattamento di cose altrui aggravato in concorso”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*