Farmaci dimezzati: brutta sorpresa per Federica, affetta da una malattia rara

LECCE-Lo scorso dicembre Federica Ferreri, una ragazza leccese affetta da una malattia rara, la Sindrome di Larsen, ha avuto una brutta sorpresa. Dopo aver rinnovato, cosa che avviene annualmente, il suo piano terapeutico redatto da uno specialista di S. Giovanni Rotondo ed aver presentato alla Asl di Lecce la lista dei farmaci che il medico in questione ritiene importantissimi per alleviare i problemi casuati dalla malattia, si è vista negare la maggior parte di questi.

Su circa 20 medicinali, solo meno della metà potranno essere erogati mensilmente dall’Asl, il resto dovrà acquistarlo da sola. La malattia di Federica, una delle prime bambine entrate a far parte della famiglia di Cuore Amico, aiutata dall’associazione proprio nella prima edizione, ha intaccato l’apparato muscolo scheletrico e la costringe su una sedia a rotelle. Le sue condizioni non migliorano con il passare degli anni, e lei ha bisogno più o meno sempre degli stessi farmaci. L’Asl di Lecce, a cui compete stabilire quali farmaci erogare e quali no a seconda dei casi, ha spiegato la sua decisione in una lettera: tra le motivazioni il fatto che per alcuni farmaci non è comprovata l’efficacia nella patologia.  Per Federica una spesa che non può più sostenere.

L’alternativa è privarsi di questi medicinali. Da qui il suo appello: “Chiedo solo quello di cui ho bisogno e all’Asl di valutare caso per caso”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*